Lexus ES 300h nuova protagonista fra le premium

di Piero Evangelisti

Luxury EXport for United States, è questa l’origine del nome del brand di lusso creato da Toyota per andare alla conquista del mercato premium Usa a colpi di qualità e customer satisfaction. Trent’anni sono trascorsi dal lancio della prima Lexus, la berlina ES di taglia large che nelle sue prime sei generazioni non era mai sbarcata in Europa. Con la settima si cambia e la ES arriva anche da noi andando a occupare nella gamma del brand nipponico il posto che era stato della GS, pronta a schierare una serie di importanti innovazioni che la rendono assolutamente nuova rispetto alla serie precedente. Anche per gli automobilisti italiani giunge dunque il momento di scoprire quello che è il modello iconico di casa Lexus.

GUARDA IL VIDEO: LEXUS ES 300H – PROVA SU STRADA

COMPETIZIONE SENZA CONFRONTO

Fin dalla nascita Lexus non ha mai avuto dei benchmark da inseguire, nemmeno gli storici blasoni europei del lusso con i quali, in Europa, non si è ritenuta mai in diretta competizione. Si potrebbe quasi dire che Lexus è in costante competizione con se stessa nella continua ricerca della perfezione da inseguire attraverso tecnologie sempre più complesse e raffinate e la qualità della costruzione interamente artigianale, concetti apparentemente contraddittori che trovano invece una felice sintesi già nel design della nuova ES, innovativo ma fedele agli stilemi che la Marca è andata fissando nel corso degli anni. Vista di profilo la nuova Lexus appare fortemente influenzata dall’aerodinamica con il lungo cofano che termina nella grande calandra a “X”, la firma delle Lexus più recenti, resa familiare anche al grande pubblico grazie al successo del Suv NX. La taglia è quella tipica delle ammiraglie delle flotte: quasi cinque metri di lunghezza (4,97 m), 1,86 m di larghezza e soltanto 1,44 di altezza, valore, quest’ultimo, che esalta la linea laterale snella. Yasuo Kajino, Chief Designer del progetto ES, non nasconde la sua soddisfazione per il risultato ottenuto: “ES è da sempre vista come un’elegante berlina di lusso. Con questa nuova generazione abbiamo adottato dettagli più audaci che di certo supereranno le aspettative dei clienti.”

SI VIAGGIA NEL FUTURO

All’interno la nuova Lexus ES trasmette immediatamente l’idea di spaziosità, ottenuta grazie alla versatilità della nuova piattaforma GA-K (Global Architecture-K a trazione anteriore), e da un design elegantemente essenziale nella linea che lascia protagonista la tecnologia che troneggia in plancia e non solo. I sedili sono il frutto di tre anni di studio e il feeling è quindi immediato, per guidatore e passeggeri, accomodati in poltrone di pelle cucite a mano da maestri giapponesi che si tramandano questa arte fra le generazioni. Forte è il richiamo alle forme esterne nei pannelli delle portiere solcati da inserti che, sulla versione F Sport, per la prima volta abbinata a una ES, vogliono ricordare le lunghe e affilatissime katana, le spade dei samurai. Originale è lo spostamento di display, schermi e comandi nella zona del guidatore che lascia libero lo spazio davanti al passeggero anteriore. Ogni dettaglio è curato all’insegna dell’ergonomia estrema e di una reale intuitività, che rendono la tecnologia user friendly.

LA CURA DEL SILENZIO

Da anni Lexus ha sposato l’alimentazione ibrida nella quale la casa madre Toyota è stata pioniera ed è oggi leader. Il brand giapponese propone da tempo in Italia tutta la sua gamma esclusivamente in versione hybrid. La ES 300h monta un sistema ibrido elettrico con tecnologia Self-Charging Hybrid di quarta generazione che è capace di offrire un’eccezionale efficienza di consumi, una performance reattiva ed emissioni ai vertici della categoria. La trasmissione coniuga un efficientissimo motore benzina 2.5 l, 4 cilindri a ciclo Atkinson a un motore elettrico potente, compatto e leggero. La potenza totale del sistema è pari a 218 CV/160 kW, per un’economia dei consumi nel ciclo combinato che si attesta sui 4,4 l/100 km (NEDC correlato), pari a 106 g/km di Co2 emessi, valore che la pone fra i modelli esenti dal cosiddetto “malus”. Lexus ES 300h non è una plug-in e può percorrere soltanto pochi chilometri in modalità EV (che in questo caso va selezionata) ma sono molti di più quelli che durante il viaggio si percorrono utilizzando soltanto l’energia delle batterie: oltre il 43% in un percorso misto autostrada/strade extraurbane, oltre il 50% se aggiungiamo anche della città dove entra in gioco la frenata rigeneratrice. Durante la marcia, quindi, si può apprezzare la silenziosità che regna nell’abitacolo ottenuta anche grazie a pesanti interventi di insonorizzazione.

UN’ESPERIENZA PARTICOLARE

Evoluto nei contenuti, il powertrain della nuova ES 300h rispetta la filosofia di offrire una driver experience speciale, quella che i clienti fedeli al brand cercano in ogni nuovo modello. Sebbene rinnovata, la trasmissione è sempre del tipo a ciclo continuo nel quale sono comunque impostati sei rapporti, un cambio che rende la marcia fluida, senza strappi, e che si fa sentire soltanto quando si adotta una guida aggressiva, ma comunque sicura grazie a un telaio ad elevata rigidità torsionale, che si apprezza più facilmente guidando la versione F Sport, e a efficienti sospensioni di nuovo disegno. In ogni momento si percepisce l’invito a godersi il viaggio (anche quelli brevi, in città, dove la ES dimostra un’elevata maneggevolezza) e ad apprezzare fino in fondo ciò che l’auto offre in tema di comfort e di infotainment.

LE ASSISTENZE ALLA GUIDA

La serenità del guidatore, e di chi viaggia con lui, è assicurata da un ricco pacchetto di assistenze alla guida, il noto Lexus Safety Sense+ che si arricchisce di nuove funzioni tra le quali il sistema di riconoscimento ciclisti mentre il sistema di rilevamento pedoni integra adesso anche il riconoscimento notturno grazie agli affinamenti apportati in termini di sensibilità e raggio d’azione del radar. La combinazione tra il Cruise Control Adattivo (DRCC) e il sistema di Avviso mantenimento di carreggiata (LTA) corrisponde al Livello 2 di guida automatizzata definito dalla Society of Automotive Engineers, un modo per massimizzare la sicurezza a bordo garantendo comunque al conducente il controllo totale della vettura. Fra le tante peculiarità di tutte le auto Lexus c’è l’elevato rapporto qualità prezzo, difficile da riscontrare nella fascia del lusso, e la nuova ES 300h rispetta la regola con un listino prezzi che parte dai 50.800 euro della versione Business.