Le opinioni dei fleet manager sul leasing

Interviste parallele

Com’è strutturata la vostra flotta?


Franco Zanoni, responsabile gestione Centri Emilia Romagna di Doctor Glass:

“La nostra struttura ha a disposizione una flotta di 8 autovetture concesse in benefit a nostri funzionari commerciali e ad alcuni titolari di nostri Centri, nonché di 12 autofurgoni operativi adibiti per gli interventi mobili di soccorso su strada per i mezzi dei nostri clienti. Nel caso delle autovetture si va da Audi Q5 ad Audi A6, da Nissan Navara a Ford Focus C Max, da Citroen C2 a Volvo XC 70, mentre per quanto riguarda gli autofurgoni la nostra scelta esclusiva è rivolta ai Fiat Ducato che sono stati identificati come i mezzi più idonei per la nostra attività. Tra autovetture e veicoli commerciali variano poi notevolmente anche i cicli medi di ricambio che sono di norma di tre anni per le autovetture e di circa 7/8 anni per gli autofurgoni”.
Monica Visini, responsabile gestione del parco auto aziendali di Cogest Italia:
“La nostra flotta di auto aziendali è costituita da 26 autovetture in gran parte assegnate ai nostri funzionari commerciali ed ai top manager mentre le restanti vetture sono a disposizione del personale di sede. La nostra società si occupa di gestione di centri commerciali e spazi polivalenti e le nostre esigenze di mobilità riguardano quindi prevalentemente gli spostamenti di personale sia commerciale che tecnico”.

Quale soluzione avete privilegiato per la gestione della vostra flotta aziendale?


Franco Zanoni, responsabile gestione Centri Emilia Romagna di Doctor Glass:

“Da circa 10 anni, per la gestione di tutta la nostra flotta di veicoli aziendali utilizziamo prevalentemente la modalità del leasing, solo nel caso di due autovetture permane la formula della proprietà. Nel corso del tempo alla formula del leasing per la pura “dotazione dei veicoli” si è progressivamente affiancata una modalità di gestione operativa del parco auto  affidata ad una società esterna specializzata a cui spetta la periodica manutenzione dei mezzi.  E’ una soluzione a cui siamo pervenuti naturalmente ed è attualmente quella che ci assicura i maggiori benefici sia economici che di gestione. Resta a nostro carico, quindi, solo la gestione dei veicoli riscattati a “fine leasing” che facciamo direttamente attraverso i canali del mercato privato”.
Monica Visini, responsabile gestione del parco auto aziendali di Cogest Italia:
“12 vetture sono in leasing, che è quindi la formula prevalente di acquisizione, altre 5 auto sono in noleggio a lungo termine mentre le rimanenti 9 sono in proprietà. La scelta tra l’acquisto, il leasing o il noleggio a lungo termine, viene di volta in volta valutata in base al chilometraggio previsto dall’utilizzatore”.

Quali sono i vantaggi che l’uso del leasing vi garantisce?

Franco Zanoni, responsabile gestione Centri Emilia Romagna di Doctor Glass:
“I vantaggi principali dell’utilizzo del leasing per la gestione delle auto aziendali attengono alla possibilità di poter prevedere per tempo e con precisione i costi di gestione della flotta aziendale ed a ciò si associa, fattore non secondario, anche la rapidità dell’istruttoria per la definizione delle pratiche necessarie. Il vantaggio ulteriore, avvalendosi poi di una società specializzata per la gestione operativa della flotta è certamente anche quello di non avere più nessuna incombenza diretta per la gestione quotidiana del parco auto”.
Monica Visini, responsabile gestione del parco auto aziendali di Cogest Italia:
“Il leasing è la formula di gestione prevalente della nostra flotta in quanto è la soluzione più idonea per quantificare in anticipo i costi di gestione della auto aziendali. Ciò è possibile anche perché, avvalendoci per la manutenzione e l’assistenza delle auto di una società esterna specializzata, siamo in grado di monitorare il Total cost of ownership delle nostra flotta. La durata media dei contratti di leasing per le nostre auto aziendali è di 48 mesi, al termine dei quali di norma esercitiamo il riscatto della vettura solo quando la stessa abbia registrato contenute percorrenze chilometriche e sia in condizioni ottimali”.

Lascia un commento