La flotta italiana di Bayer sceglie Mobileye per la sicurezza dei dipendenti

Garantire a tutti i dipendenti assegnatari di auto aziendali, pur nella scelta di modelli di auto diverse, gli stessi standard di sicurezza. È l’obiettivo di Bayer, azienda globale attiva nei settori di Salute e Agricoltura e operante in Italia con una flotta di oltre 1.200 veicoli, che doterà tutte le vetture assegnate dal 2018 dei sistemi anticollisione ADAS forniti da Mobileye (società del colosso americano Intel specializzata nelle tecnologie legate ai veicoli a guida autonoma).

Si tratta di un approccio ai temi della “sicurezza” e di “car policy aziendale” particolarmente innovativo, il primo in Europa e che in precedenza era stato applicato esclusivamente negli Stati Uniti da Uber per i veicoli della sua flotta circolante a New York. 

Gli avanzati sistemi di assistenza alla guida forniti da Mobileye offrono diverse funzioni di sicurezza attiva e hanno l’obiettivo di limitare le possibilità di collisioni con persone o altri veicoli e di assistere il guidatore durante la guida

In particolare, le funzionalità di cui potranno disporre tutti i driver di veicoli aziendali assegnati da Bayer riguardano il monitoraggio della distanza di sicurezza (un avviso, acustico e visuale, avvisa il guidatore fino a 2,7 secondi in anticipo rispetto ad una collisione imminente), l’avviso di superamento involontario della corsia di marcia e l’indicatore del limite di velocità. C’è poi l’avviso di collisione imminente con pedoni, biciclette e moto nell’arco di 30 metri e la lettura dei cartelli stradali (il display del Mobileye ripropone i cartelli stradali lungo la strada e segnala eventuali violazioni come divieto di accesso, divieto di sorpasso, ecc.).