Kia ProCeed, sintesi di sportività e funzionalità

di Paolo Dotti

Design coraggioso per un’auto molto particolare. Versatilità e funzionalità abbinate a un forte temperamento. ProCeed CRDi da 136 CV perfetta come business car. Ricca dotazione di ADAS.

 

Ceed è il modello più poliedrico di Kia, un concetto di vettura media declinato in quattro diverse carrozzerie che possono rispondere alle molteplici esigenze di un’azienda. Dall’originaria berlina a coda tronca sono in pochi anni scaturiti la Sportswagon, la shooting brake ProCeed e il suv sportivo XCeed che arriverà a breve sul mercato.

Oggi vi parliamo di ProCeed, un’auto coraggiosa perché le shooting brake, nel ‘900, quando nacquero, erano vetture per il tempo libero dei ricchi signori di campagna, berline alle quali veniva prolungata la coda per poter trasportare cani e fucili da caccia. I clienti pretendevano però linee eleganti e sportive che penalizzavano lo spazio disponibile nel vano bagagli. Eleganza e sportività sono i tratti distintivi di Kia ProCeed che, a differenza delle sue progenitrici, non ha però sacrificato la funzionalità tipica delle station wagon.

GUARDA IL VIDEO: KIA PROCEED – PROVA SU STRADA

NON PASSA INOSSERVATA

La sua silhouette snella, con il tetto spiovente che scende in modo deciso verso la coda avvolgente, fa pensare che lo spazio di carico sia ridotto rispetto a quello di una station wagon, ma non è così perché ProCeed perde soltanto una trentina di litri rispetto al volume di carico della sorella Sportswagon.

Disegnata per il mercato europeo nel Centro Stile Kia di Francoforte ProCeed è stata sviluppata apportando poche modifiche al concept presentato proprio nella città tedesca in occasione del salone del 2017. Oltre, ovviamente, alla piattaforma su cui è costruita, la ProCeed condivide con berlina e SW il frontale con la classica griglia “tiger nose” incorniciata da luci a LED, per il resto la sua linea è molto sportiva, esaltata dal fatto che la shooting brake coreana viene offerta soltanto nelle versioni GT e GT Line.

INTERNI ELEGANTI E SPORTIVI

Con le sue forme così speciali, dietro le quali si intuisce la massima libertà lasciata ai designer, ProCeed si fa notare per l’equilibrio fra le dimensioni esterne e la distribuzione dello spazio a bordo. Lunga 4,61 metri e larga 1,80, la nuova Kia è alta soltanto 1,42 m, valore che non penalizza lo spazio in altezza per chi siede sul divano posteriore. Con un passo di 2,65 metri e un ridotto sbalzo posteriore ProCeed accoglie comodamente cinque adulti lasciando un abbondante spazio da dedicare al carico: da 594 fino a 1.545 litri, tanti per una coupè station wagon.

Per accrescere la facilità delle operazioni di carico ProCeed offre di serie il portellone automatico Smart Power Tailgate. Saliti a bordo della versione 1.6 l, CRDi da 136 CV GT Line, scelta perché la più adatta per un uso aziendale, si respira subito l’aria di famiglia, comune a tutte le Ceed, perché ProCeed ripropone la stessa cura nell’ergonomia e nei materiali comune alla gamma. Nella plancia prevale l’andamento orizzontale, con il cruscotto rivolto verso il guidatore suddiviso in una zona superiore, dominata dal sistema di infotainment “floating” con touchscreen da 8 pollici al centro, e da una zona inferiore, dove si concentrano i controlli del sistema audio e della climatizzazione.

AMBIENTE RAFFINATO E CONFORTEVOLE

I materiali – anche questa una gradita peculiarità di tutte le Kia – offrono larghe superfici soft-touch per un ambiente raffinato e confortevole dove le finiture cromate, dispensate con misura, a differenza di quanto accade spesso su auto asiatiche (ma ProCeed è progettata in Europa), aggiungono eleganza all’ambiente.

Molti sono comunque i particolari che distinguono la ProCeed rispetto alle sorelle, come il cielo del padiglione, normalmente grigio, sostituito con un rivestimento in tessuto nero che crea un effetto più avvolgente per i passeggeri, mentre i pannelli porta si arricchiscono di nuove finiture metalliche. Il volante ha una forma a “D” di intonazione più sportiva e integra i paddle in lega metallica sulla versione equipaggiata del cambio automatico a doppia frizione DCT a sette rapporti, soluzione assolutamente raccomandata per una ProCeed destinata ad essere una company car.

UNA GAMMA MOTORI ESSENZIALE

Per la sua particolare shooting brake Kia mette a disposizione tre propulsori, due a benzina 1.4 e 1.6 GDi da 140 e 204 CV e il turbodiesel CRDi da 136 CV. La GT più potente rappresenta al meglio il forte temperamento di ProCeed, con una potenza notevole per una trazione anteriore che pesa meno di 1,5 tonnellate, ma il piacere di guida non cambia con il turbodiesel da 136 CV, più che sufficienti per una guida dinamica e sempre sicura. Lo schema delle sospensioni, completamente indipendente, è lo stesso delle altre Ceed, ma con una specifica messa a punto della geometria. Lo sviluppo dell’handling si è concentrato sul miglioramento dell’agilità e della reattività delle sospensioni e sul contenimento del rollio, pur mantenendo il comfort che ci si aspetta da una shooting brake adatta ai lunghi viaggi.

Le sospensioni della GT Line sono state modificate per adattarsi alla maggiore lunghezza e alle nuove dimensioni posteriori dell’abitacolo. Le molle dell’asse posteriore sono infatti più rigide del 22% rispetto a Ceed Sportswagon, mentre la barra antirollio posteriore è più rigida del 3%, modifiche che assicurano alla nuova ProCeed una guida più coinvolgente sul misto, senza ridurre il comfort quando si viaggia in autostrada. Al volante della shooting brake coreana, con il suo baricentro basso e un posto di guida posto ad altezza normale, si riscopre il piacere di “sentire” la strada, le curve e il contatto con l’asfalto, sensazioni che Suv e crossover, in generale, non sono in grado di trasmettere. Generosa è la coppia massima del turbodiesel CRDi che, con il cambio DCT dotato delle modalità di guida Normal e Sport, sale a 320 Nm.

TECNOLOGIE DI SICUREZZA

La ProCeed GT Line è ben equipaggiata di utili assistenze alla guida. La dotazione standard comprende High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist con Forward Collision-Avoidance Assist. A questi può essere aggiunto il Lane Following Assist, una tecnologia di guida autonoma di livello 2: attraverso una serie di sensori esterni il sistema è in grado di monitorare il traffico, di verificare la posizione degli altri veicoli rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia ed è attivo in un range di velocità da 0 e 180 km/h.

Oltre al Lane Following Assist sono disponibili altri numerosi ADAS: Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind Spot Collision Warning, Rear Cross-Traffic Collision Warning. Kia ProCeed 1.6 l CRDi GT Line con cambio automatico ha un prezzo di listino di 32.750 euro che includono, oltre ai principali Adas, Kia Connected Service, Kia Navigation System con touchscreen da 8 pollici, riconoscimento vocale, sistema mirroring per Apple CarPlay e Android Auto e il controllo della strumentazione Supervision Cluster con display da 4,2”. E, fatto non certo trascurabile, l’esclusiva garanzia di 7 anni tipica di tutte le Kia.