Jeep Gladiator

di Piero Evangelisti

Da trent’anni nella gamma di Jeep, brand icona della guida off-road, mancava un pick-up, il tipo di veicolo più venduto in Usa. Con il nuovo grande Gladiator (è lungo oltre 5 metri e mezzo), che arriverà in Europa soltanto nel 2020 quando sarà disponibile nella versione EcoDiesel da 260 Cv, il vuoto è colmato.

Costruito su base Wrangler, e prodotto a Toledo, Ohio, Gladiator ne adotta tutte le tecnologie da poco introdotte sul modello che è l’emblema del marchio Jeep. Motore di punta, per gli Stati Uniti, un V8 Pentastar da 285 CV. Per tutte le versioni ci sono due sistemi di trazione 4×4: Command-Trac e Rock-Trac.

GUARDA IL VIDEO: JEEP GLADIATOR – NOVITA’ AUTO PER LE FLOTTE

SCHEDA TECNICA

Alimentazioni: benzina, diesel 

Dimensioni: 5,54×1,89×1,84 m

Capacità di carico: Cassone di 152 cm di lunghezza, carico utile fino a 725 kg

Capacità del serbatoio: 81 litri

Dispositivi tecnologici: Trazione integrale con due sistemi Command-Trac e Rocktrac – Cambio automatico a otto rapporti – Assali Dana 44 di terza generazione – Bloccaggi differenziali – 80 dispositivi di sicurezza di serie o a richiesta

Motorizzazioni: Benzina Pentastar, 3,6 l, V8 da 285 CV (USA), Turbodiesel, 3.0 litri, V6 da 260 CV (Europa dal 2020)

A chi è adatta: a chi anche con un mezzo da lavoro vuole distinguersi attraverso il design e la tecnologia di Jeep.