Iren, cresce la flotta elettrica

di Gerardo Risi

Iren ha siglato con Renault un contratto per la fornitura di 320 veicoli elettrici, da consegnare in più tranche entro l’inizio del 2023. I nuovi mezzi elettrici si aggiungono ai 220 veicoli già presenti in flotta. 

Scegliere un parco auto verde, oggi, è divenuta un’opzione sempre più presa in considerazione dalle aziende. Molte sono le ragioni che spingono le imprese a introdurre auto ecologiche nella propria flotta: su tutte i minori costi di esercizio e una sempre maggiore attenzione alla riduzione delle emissioni. È il caso di Iren, una delle più importanti multiutility italiane, che ha di recente sottoscritto un contratto con Renault per la fornitura di 320 veicoli elettrici, da consegnare in più tranche entro l’inizio del 2023.

Questa fornitura, composta da 200 Renault Zoe e da 120 Renault Kangoo Z.E., andrà ad aggiungersi ai 220 veicoli Renault già presenti nella flotta elettrica di Iren operativa nelle diverse regioni italiane in cui è presente il Gruppo, contribuendo così ad un ulteriore abbattimento delle emissioni inquinanti.

FLOTTA SEMPRE PIÙ GREEN

Renault Italia si è aggiudicata la fornitura vincendo una gara pubblica indetta da Iren a cui hanno partecipato alcuni fra i più importanti costruttori del panorama automobilistico. Questi veicoli saranno utilizzati dal personale Iren nello svolgimento delle quotidiane attività lavorative sui diversi territori, al fine di fornire a clienti e cittadini un servizio di qualità in termini tecnici e di sostenibilità ambientale.

Entro il 2025 Iren prevede di portare a mille i veicoli elettrici totali presenti in flotta, ovvero un terzo di tutti i mezzi a disposizione del Gruppo al netto del settore Waste.

RENAULT ZOE E KANGOO Z.E.

Protagoniste della nuova fornitura di Renault al gruppo Iren sono la berlina compatta Zoe e il veicolo commerciale Kangoo Z.E. La Renault Zoe (disponibile anche in versione Van destinata agli operatori professionali) è il cuore della gamma 100% elettrica Renault. Si tratta dell’auto elettrica più venduta nel 2020 sia in Europa che in Italia. Con la sua batteria da 52 kWh, Renault Zoe vanta un’autonomia di 395 km (ciclo WLTP) e la massima versatilità di ricarica grazie al caricatore CaméléonTM (per una ricarica alle colonnine in corrente alternata fino a 22 kW) e alla tecnologia di ricarica rapida (per una ricarica in corrente continua che consente di recuperare 150 km in soli 30 minuti).

Kangoo Z.E., invece, è il veicolo commerciale elettrico più venduto in Europa e in Italia nel 2020 ed è la sintesi di praticità e funzionalità. Con un’autonomia di 230 km in ciclo WLTP, Kangoo Z.E. si afferma come un compagno di lavoro senza compromessi per una logistica sostenibile a zero emissioni.

CON IRENGO ALLA (RI)CARICA!

Con l’entrata in flotta dei nuovi mezzi elettrici Renault, Iren compie dunque un ulteriore passo in avanti nel processo di transizione verso una mobilità interamente sostenibile. L’impegno del Gruppo sul fronte della sostenibilità è testimoniato, tra l’altro, anche dalla nascita di IrenGO, la nuova divisione di Iren dedicata ai sevizi dell’e-mobility con la quale l’azienda intende rivolgersi a clienti privati, corporate, aziende ed enti pubblici. In particolare, IrenGO propone diverse tipologie di stazioni di ricarica con offerte di energia elettrica 100% green proveniente dagli impianti idroelettrici del Gruppo Iren. I clienti possono scegliere fra wallbox e colonnine, la corretta potenza di ricarica (da 3,7 kW a più di 50 kW), la modalità di accesso (libera o tramite autenticazione) ed il numero di prese (1-2).

Tutte le infrastrutture sono interoperabili e l’azienda fornisce servizi di installazione, manutenzione e supporto alla gestione delle pratiche amministrative per le connessioni con la rete, nonché app o software innovativi che consentono di monitorare le infrastrutture, georeferenziarle, dialogare con l’utilizzatore per il pagamento della ricarica o con le realtà commerciali di prossimità per programmi di incentivi o programmi di fedeltà.

Leggi anche: In Europa con flotte elettriche emissioni giù del 50%