Infoblu e Octo Telematics insieme per fornire dati utili e aggiornati sulla mobilità dei veicoli in Italia

Le due società hanno realizzato un sito con grafici e informazioni dettagliate aggiornate quotidianamente sugli utilizzi di veicoli leggeri e pesanti a disposizione delle amministrazioni, dei media e del pubblico.

Tutti insieme contro il Virus. Questo è il motto che ha ispirato lnfoblu e Octo Telematics a convogliare le proprie competenze per realizzare il nuovo sito Mobility DataLab sull’analisi degli spostamenti di persone e merci, con il solo obiettivo di poter comunicare e rendere disponibili dati attendibili sui flussi di mobilità. Strumento fondamentale in questo momento di estrema emergenza.

Octo è da 18 anni impegnata nella fornitura di soluzioni avanzate di analisi dei dati per il settore assicurativo e sempre più, una delle principali aziende tecnologiche in ambito Fleet Telematics e Smart Mobility. Infoblu, fondata nel 2000, è stata invece una delle prime società in Italia ad utilizzare i dati GPS ai fini dell’informazione di viabilità, ed è andata sempre più specializzandosi nell’analisi dei Big Data a supporto delle informazioni di traffico sia per le Pubbliche Amministrazioni, anche locali, sia per le Concessionarie Autostradali.

Il nuovo sito appena lanciato (lab.octotelematics.com), si articola attraverso un set standard di grafici relativi all’andamento della mobilità in Italia in questo periodo. I dati racconteranno l’andamento della mobilità in relazione ad un periodo di riferimento standard, su base giornaliera e geografica confrontato con il periodo medio di riferimento. Questo consentirà di avere uno sguardo attento, intelligente e dinamico della mobilità urbana ed extraurbana. Le informazioni sono raccolte in forma completamente anonima dai dispositivi Octo Telematics installati sulle vetture e sui veicoli pesanti.

Le due società hanno contributo con le rispettive competenze sull’analisi dei flussi e sugli indicatori chiave, con la partecipazione di tecnici, matematici e big data expert. Gli esperti stanno anche lavorando ad un’applicazione per smartphone che permetterà di compilare l’autocertificazione sugli spostamenti in formato digitale, facilitando così ai cittadini la compilazione e alle forze dell’ordine, tramite un codice univoco, una più rapida verifica.