Incidenti stradali: 3 su 4 sono dovuti a distrazioni al volante

In Italia 3 incidenti stradali su 4 sono dovuti a distrazioni al volante. Il maggiore responsabile è l’uso dello smartphone mentre si guida. È quanto emerge dai risultati del primo anno di lavoro del “Tavolo sulla Sicurezza Stradale”, assise informale composta da Anas, Ania, Aci, Polizia Stradale, #ForumAutomotive e dal presidente della Commissione Trasporti, Altero Matteoli, e dal segretario della Commissione Trasporti della Camera, Paolo Gandolfi. I risultati sono stati presentati ieri a Roma presso la sede dell’Aci.

In particolare, dal rapporto emerge che “la maggior parte degli incidenti stradali deriva da distrazioni” (telefonare o messaggiare con lo smartphone mentre si guida, utilizzare altri dispositivi tecnologici dell’auto) e “da comportamenti estremi, non razionali, scorretti o imprudenti che possono certamente essere modificati”.

Proprio per arginare il fenomeno dell’utilizzo alla guida dello smartphone, il Tavolo sulla Sicurezza Stradale ha deciso di sostenere le proposte di modifiche del Codice della Strada con una serie di azioni. Queste azioni prevedono: ritiro della patente da uno a tre mesi fin dalla prima infrazione; favorire campagne di formazione e sensibilizzazione sulla sicurezza stradale; promuovere la formazione e l’aggiornamento degli operatori del settore; unificare, per quanto possibile, le regole del traffico stradale in Europa.