In primo piano

Audi A3 Sedan, nuovi target per A3
01-Audi-A3-Sedan
Con la nuova Audi A3, protagonista del settore delle flotte aziendali, Audi ha deciso di affrontare una nuova sfida schierando anche una versione tre volumi a quattro porte, un tipo di carrozzeria classica anche se con la coda appena accennata. Debutta anche un nuovo nome – Sedan – per identificare la vettura che è lunga 4,46 metri e larga 1,80, e sfoggia un aspetto molto dinamico grazie alla piattaforma Mqb che, come per la tre porte e per la Sportback, anche sulla A3 Sedan si presta a una guida sportiva e confortevole allo stesso tempo. La gamma dei motori prevede due unità a benzina ( 1.4 e 1.8 l con 140 e 180 CV) e un due litri TDI da 150 CV. È con questo propulsore che la nuova A3 Sedan si offre, alle flotte, come alternativa alle concorrenti, quasi tutte tedesche, a tre volumi. I livelli di allestimento riprendono quelli delle altre A3. Il listino della TDI parte da 29.400; molto vantaggioso il Business Pack che fa risparmiare il 42% sugli optional che include.
BMW Serie 5, grande e parsimoniosa
02-BMW-Serie-5
Dopo l’inedita Serie 3 Gt e in attesa della nuova generazione di X5 e della Serie 4, BMW ha presentato l’aggiornamento della Serie 5 giunta a metà del suo ciclo di vita. Nonostante il downgrading delle flotte aziendali (che, comunque, per la Casa di Monaco, si è tradotto in una crescita della Serie 3), la Serie 5 continua ad avere un peso rilevante come company car fra le auto del suo segmento. Oltre a una serie di interventi sul design esterno, la rinnovata Serie 5 propone un’importante novità sul fronte dei propulsori a gasolio con il debutto della versione 518d equipaggiata di un quattro cilindri, due litri, che, grazie alla tecnologia TwinPower Turbo, eroga 143 CV di potenza massima. Nonostante la massa importante, la 518d fa scendere il consumo medio a 4,5 l/100 km (un valore molto interessante, per chi deve costantemente tenere d’occhio il TCO) a fronte, però, di prestazioni dinamiche, quelle che il cliente si aspetta da una BMW.
Chevrolet Trax, stile Usa in taglia small
03-Chevrolet-Trax
In Italia il fenomeno dei Suv compatti, prevalentemente a trazione su un solo asse, supera di gran lunga, con uno share del 7,2%, la media europea (2%) di questa particolare nicchia dove è andato da poco a inserirsi il compatto Trax di Chevrolet, brand che questo tipo di vetture (anche se di taglia normalmente più generosa) ha contribuito a creare e con le quali ha quindi una grande familiarità. Costruito in Corea, come la maggior parte delle Chevrolet vendute in Europa, Trax (lungo 4,25 m, largo 1,76 e alto 1,67) si presenta con una linea muscolosa che la distingue immediatamente dalla Opel Mokka con cui condivide la piattaforma e punta decisa verso un rapporto qualità/prezzo molto invitante. Il listino si apre infatti con la versione 1.6 a benzina, due ruote motrici, che ha una potenza massima di 115 CV e viene proposta a 19.150 euro. Best seller sarà l’1.7 D, 130 CV (abbinabile anche al cambio automatico a sei rapporti) che nella versione 2WD è offerto a 22.550 euro.
Jeep Grand Cherokee, ai vertici dell’off road
04-Jeep-Grand-Cherokee
Grand Cherokee è la proposta di Jeep per chi in un Suv vuole trovare la massima espressione di libertà in offroad abbinata a elevati standard di comfort. L’aggiornamento cui è stato recentemente sottoposto il gigante americano ha riguardato prima di tutto il design, soprattutto quello degli interni dove risalta la cura artigianale delle finiture. Importante è poi l’introduzione del nuovo cambio automatico a otto rapporti che si integra armoniosamente con i diversi sistemi di trazione integrale – Quadra Trac, Quadra Trac II e Quadra Drive II – destinati alle diverse versioni al top delle quali c’è adesso la Summit. Cinque sono le modalità selezionabili delle sospensioni Quadra Lift. Adeguati al rango (anche di possibile ammiraglia di una flotta) i motori: V6, 3.0 l, diesel Multijet II da 250 CV e i benzina V6 er V8 con potenze da 286 a 468 CV. Bestseller sarà ovviamente il primo, un moderno propulsore prodotto dalla Vm di Cento.
Kia Carens, funzionale con personalità
05-Kia-Carens-funzionale
 I Multi Purpose Vehicle stanno attraversando un periodo molto positivo, in controtendenza rispetto alla crisi generale, grazie alla capacità di interpretare più ruoli contemporaneamente. La nuova Kia Carens offre quindi un’opportunità di crescita anche nelle flotte per il costruttore coreano che nel settore sta già ottenendo ottime performance con la media cee’d, berlina e wagon. Lunga 4,52 metri e alta 1,61, Carens, che può ospitare fino a sette persone (da 103 a quasi 1.700 litri la capacità di carico), si presenta molto curata nel design “firmato” dall’ormai inconfondibile griglia anteriore “tiger nose”, e non sacrifica il lato emozionale sull’altare della funzionalità come spesso accade per gli Mpv. L’abitacolo, improntato alla massima modularità, si presenta infatti con un allestimento ricchissimo che trasmette un senso di qualità in ogni dettaglio. Ideali le motorizzazioni diesel da 115 e 136 CV. Prezzi da 19.500 a 24.100 euro con 7 anni di garanzia Kia.
Mercedes-Benz Classe S, il benchmark assoluto
06-Mercedes-Benz-Classe-S
Il numero uno di Daimler, Dieter Zetsche, non esita a definirla “la migliore auto del mondo” e, allo stato dell’arte della tecnologia su quattro ruote, nessuna automobile può per ora vantare le avveniristiche peculiarità della nuova Mercedes-Benz Classe S, ammiraglia di riferimento che nonostante dimensioni imponenti – 5,25 m di lunghezza, 1,90 di larghezza, 1,49 di altezza per la versione “corta” – si presenta con forme snellite dalla ricerca aerodinamica che ha portato il Cx a 0,24, ottimo per la categoria. Sulla nuova Classe S, con lo Stop&Go Pilot, viene superato il concetto di assistenza alla guida, perchè il sistema, collegato a una rete di sensori e telecamere, provvede a guidare la vettura (accelerazione, frenata e sterzata) senza alcun intervento del guidatore (chiamiamolo ancora così !) a velocità inferiori ai 60 km/h. Interessante la versione 350 Bluetec diesel da 258 CV. Prezzi da 88.500 a 136mila euro.
Nissan Leaf, leader assoluta
07-Nissan-Leaf
Nissan Leaf, l’auto elettrica pura più venduta nel mondo, viene da qualche mese prodotta anche in Europa, nello stabilimento inglese di Sunderland, e per avvicinarsi di più agli automobilisti europei è stata profondamente aggiornata per aumentare l’autonomia e accorciare i tempi necessari alla ricarica, le aree critiche dei veicoli a emissioni zero. Il propulsore elettrico conserva la potenza massima di 109 Cv ma offre adesso prestazioni più brillanti (velocità massima 144 km/h e passaggio da 0 a 100 in 11,5 sec) e le batterie che lo alimentano forniscono un’autonomia che sfiora i 200 km e possono essere ricaricate in sole 4 ore grazie a un nuovo caricatore montato sulla vettura non più nel vano bagagli (la capacità di carico guadagna 40 l), ma anteriormente. La produzione in Europa e l’articolazione della gamma in tre allestimenti ha permesso a Nissan di abbassare i prezzi di listino di Leaf che, al netto degli incentivi, partono da 24.700 euro.
Opel Cascada, qualità accessibile
08-Opel-Cascada
Cascada è la più grande cabriolet mai realizzata da Opel, una convertibile lunga 4,70 metri che va a confrontarsi con i modelli analoghi dei brand premium tedeschi, gli unici ad essersi avventurati con successo in una nicchia così ristretta. La nuova Opel punta quindi sui ricchissimi contenuti proposti a prezzi intelligenti e racchiusi in un abito elegante e sportivo, tagliato seguendo linee sinuose, non banali, che partono dal frontale che ci riporta alla berlina Insignia. Omologata per quattro persone, Cascada ha un bagagliaio da 380 litri a capote chiusa, ma conserva una capienza notevole (280 litri) quando si viaggia a cielo aperto; la capote, in tessuto speciale, si apre in 17”, anche in marcia fino a 50 km/h. Per i motori la scelta è fra due diesel – 2.0 Cdti Ecotec da 165 cv oppure biturbo Cdti da 195 cv – e altrettanti a benzina da 120 cv e da 170 cv con tecnologia Sidi, un propulsore, quest’ultimo, adatto a una guida dinamica, poco avido di carburante. Prezzi da 32.400 euro in allestimento Cosmo comune a tutte le versioni.
Peugeot 308, evoluzione del bestseller
09-Peugeot-308
 Arriverà in autunno, ma Peugeot ha deciso di svelarne con largo anticipo immagini e contenuti. Parliamo della nuova 308, il core business della Casa del leone (sia per i privati sia per le flotte), che si presenta con una linea ispirata al nuovo family feeling inaugurato da 208 e 2008, più sobrio rispetto al passato recente, ma comunque dinamico, in linea con gli stilemi della secolare tradizione di Peugeot. Con dimensioni analoghe (4,25 m di lunghezza) alla serie precedente, 308 mette a disposizione un abitacolo molto spazioso definito da linee pulite con un posto guida innovativo ed ergonomico. Il piacere di guida è assicurato dalla nuova piattaforma EMP2 che ha permesso di ridurre il peso della vettura accrescendo maneggevolezza e dinamicità. 116 sono i brevetti che proteggono le soluzioni tecnologiche adottate sulla nuova 308 che avrà in gamma una versione con emissioni di CO2 di soli 85 g/km.
Range Rover Sport, il Suv di James Bond
10-Range-Rover-Sport
Range Rover Sport è divenuto in pochi anni il modello centrale della gamma Land Rover e adesso è pronta la nuove generazione presentata a fine marzo, in occasione del salone di New York, con un testimonial d’eccezione: Daniel Craig che l’ha guidata per le strade di Manhattan in stile “James Bond”. Con un design aggressivo tracciato seguendo le forme della Evoque, la nuova Sport ha seguito una robusta dieta dimagrante che le ha fatto perdere oltre 400 chili rispetto alla prima serie, un calo di peso che va a beneficio dei consumi e della maneggevolezza, valore peraltro già eccellente sulla generazione precedente per un Suv puro, rigorosamente a quattro ruote motrici, nonostante le dimensioni accresciute (la lunghezza attuale è di 4,85 m). L’allungamento del passo ha permesso di realizzare un abitacolo configurabile a 5+2 posti. Centrale nella gamma dei propulsori è il TDV6 da 258 CV con consumi che scendono del 15% rispetto al passato.
Renault Zoe, compatta a emissioni zero
11-Renault-Zoe-compatta
 Un’auto elettrica pura consente ai designer una più ampia libertà di espressione e una conferma arriva dalla Renault Zoe, una citycar compatta assolutamente inconfondibile, da qualunque parte la si osservi. La Casa francese, fermamente convinta, insieme all’alleata Nissan, che le auto elettriche pure rappresentano la mobilità del futuro, schiera Zoe puntando molto sul brio, garantito dal motore da 88 CV, sulla maneggevolezza, offerta dalle dimensioni (4,08 m di lunghezza), sulla capacità di carico, che può passare da 338 a oltre 1.200 litri, e sulla autonomia che, con una guida attenta, può superare i 150 km, una percorrenza che permette di muoversi quotidianamente con una certa serenità, e non solo in città. I tempi di ricarica delle batterie variano secondo la corrente disponibile e Renault fornisce l’elenco dei dispositivi di ricarica da montare a casa. Prezzi da 21.600 euro escluse le batterie che si noleggiano a 79 euro mensili. Con Zoe – proposta a un prezzo competitivo e dotata di un’autonomia estesa – l’auto elettrica pura diventa una realtà finalmente più accessibile.
Seat Leon SC, la famiglia cresce
12-Seat-Leon-SC
La nuova piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen sta trasformando le gamme di tutti i brand del colosso di Wolfsburg. Dopo Golf VII è stata la volta di Seat Leon nell’adottare il nuovo pianale. Per la media spagnola, ora caratterizzata da un design più sobrio (meno “auto emociòn” e più concretezza teutonica) si può questa volta parlare di una “famiglia” di versioni  con la discesa in campo della SC, berlina sportiva compatta a tre porte. Seat, con Leon, amplia dunque l’offerta anche per il settore delle flotte, puntando sull’immagine dinamica, grintosa, del brand spagnolo, garantita dalla gamma dei motori TSI e TDI con potenze comprese fra gli 86 e 184 CV), e su prezzi aggressivi contenuti in un listino che parte dai 17.670 euro della 1.2 TSI da 86 CV e sale ai 26.220 euro necessari per la 2.0 TDI FR (il tradizionale allestimento racing delle Seat top di gamma) con cambio Dsg a doppia frizione.