In montagna a bordo della nuova BMW iX

Abbiamo provato la nuova ammiraglia tecnologica della Casa di Monaco: un suv 100% elettrico, potente, lussuoso e agile per un test drive impegnativo da Milano alla Valle d’Aosta

Un viaggio da Milano a Champoluc, in Valle d’Aosta, per testare tutte le potenzialità della BMW iX, la nuova ammiraglia tecnologica della Casa di Monaco, un suv 100% elettrico, silenzioso, spazioso e potente. Lo abbiamo provato in un test drive impegnativo, in autostrada e in montagna, inclusa una breve sosta alle colonnine di ricarica ultrarapida di Ionity. Bmw iX, lunga quasi cinque metri e larga due si presenta all’esterno imponente, ma si dimostra fin da subito agile e ricca di comfort.

ESTREMA AGILITÀ

Alla partenza si apprezzano immediatamente la fluidità dell’accelerazione, la sensibilità del pedale, la silenziosità della guida e il particolare volante esagonale, che conferisce al primo impatto una sensazione di sicurezza e maneggevolezza.

PIENO DI TECNOLOGIA

Particolarmente utili, per gli svincoli autostradali, l’Head-up display, la visualizzazione sul parabrezza della velocità e di altre informazioni sul percorso, prezioso e per nulla invasivo, e il navigatore Gps che, in prossimità di una svolta, mostra le immagini riprese dalla telecamera frontale e indica delle frecce in realtà aumentata per rendere ancora più facile la comprensione delle indicazioni. Una sosta presso la stazione di ricarica Ionity, al distributore Agip di Brissogne, ci ha permesso di passare dal 20% all’80% di autonomia in appena mezz’ora.

Gli interni, lussuosi e di sicuro impatto, colpiscono grazie alla qualità dei materiali e ai dettagli, come la manopola dell’iDrive e i comandi in cristallo.

Il ritorno a Milano è stato un viaggio totalmente diverso rispetto a quello di andata. Visto il lungo percorso in discesa dalla montagna, è stata strategica la scelta del cambio in posizione B, la cosiddetta opzione “one pedal”, che prevede il rallentamento automatico dell’auto ogni volta che si solleva il piede dall’acceleratore, consentendo, al contempo, di ricaricare costantemente la batteria.

TEST AUTONOMIA SUPERATO

Ripartiti da Champoluc con la carica al 99%, a bordo della versione xDrive 40, all’arrivo l’autonomia è rimasta sopra il 40%. Un test vero, dal traffico della tangenziale milanese alle suggestive vette valdostane, per un suv totalmente elettrico dalle grandi dimensioni, ma al tempo stesso agile, potente e pieno di stile, capace di non deludere le aspettative sull’autonomia anche nelle lunghe distanze.