In Europa, nel 2016, crescono le immatricolazioni di auto ad alimentazione alternativa (+6,7% sul 2015)

Secondo i più recenti dati diffusi dall’Anfia nella sua pubblicazione “L’industria automotive mondiale nel 2016 e trend 2017”, nel 2016 in Europa le vendite di auto ad alimentazione alternativa sono state circa 690.000 (+6,7% sul 2015). In particolare, sono aumentate le auto ibride (+28,8%) e ibride plugin (+17,2%), in calo le auto a gas (-19,6%) e in leggero aumento quelle elettriche a batteria (+2,9%).

L’Italia è il Paese con il volume maggiore di vetture a trazione alternativa vendute nel 2016: sono state oltre 185.000, grazie soprattutto al contributo delle vendite di auto a gas. Al secondo posto segue il Regno Unito con quasi 89.000 auto “green” immatricolate. Al terzo posto troviamo la Francia (82.000) e al quarto la Germania (66.000).

Tra i Paesi europei, Norvegia e Italia sono quelli che hanno il mercato ad alimentazione alternativa che pesa di più: in Norvegia il 40% di tutte le nuove auto vendute nel 2016 ha alimentazione alternativa (era il 30% del mercato l’anno prima), in Italia il 10% del mercato (era il 13,4% nel 2015).