In che modo il Covid-19 ha influito sulla mobilità?

La pandemia ha portato un grande cambiamento nelle abitudini degli italiani: si preferisce guidare e aumenta la predisposizione all’acquisto online. Ecco i risultati di un sondaggio condotto da Carnext.com

Un recente sondaggio di Carnext.com (il brand di casa LeasePlan dedicato alla vendita di auto usate di alta qualità) condotto su un campione di 3.000 persone in 6 Paesi, ha rivelato che l’81% delle persone è ora più propenso a guidare che a prendere i mezzi pubblici a causa della pandemia, mentre un automobilista su tre prenderebbe ora in considerazione l’acquisto di un’auto interamente online.

acquisto auto usate di qualità su carnext.com

COME CAMBIA LA MOBILITÀ POST-COVID

I principali risultati dell’indagine sui conducenti di CarNext.com Covid-19 Mobility Survey sono i seguenti:

  • C’è una chiara preferenza per l’auto privata rispetto ad altre soluzioni di mobilità, con l’81% delle persone intervistate ora più propense a guidare che a prendere i mezzi pubblici a causa della pandemia di Covid-19
  • C’è stato un grande cambiamento nell’atteggiamento verso le soluzioni di condivisione dei veicoli (ride hailing e ride sharing), con il 60% delle persone intervistate che dicono di sentirsi un po’ o molto insicuri nell’utilizzo di tali servizi.
  • Di coloro che quest’anno hanno in programma delle vacanze, l’84% dice di aver preso in considerazione l’idea di guidare invece di volare
  • Quasi un terzo delle persone intervistate (31%) è ora più propenso ad acquistare un’auto online rispetto a prima della pandemia
  • Gli automobilisti sarebbero più disposti ad acquistare un’auto online se fosse disponibile la consegna a domicilio (34%); se fosse offerta una garanzia di rimborso entro 14 giorni (50%); o se fosse fornita una storia di manutenzione completa e controlli meccanici (65%)
Leggi anche: Vacanze al tempo del Covid: l’auto privata scelta dal 71% degli italiani
Buying car on carnext.com

LA SITUAZIONE IN ITALIA

I dati italiani confermano i risultati degli altri paesi:

  • La stragrande maggioranza (89%) degli intervistati in Italia ammette di essere più propensa a guidare un’auto che a prendere i mezzi pubblici a causa della pandemia di coronavirus.
  • Alla domanda su quanto si sentono sicuri nell’utilizzare i servizi di ride-hailing/car-sharing nel contesto della pandemia di coronavirus, più della metà (55%) afferma di non sentirsi sicuri
    • Con una persona su cinque (20%) che si sente molto insicura
    • Solo il 9% dice di sentirsi molto sicuro nel farlo
  • Quando si tratta delle dimensioni preferite dell’auto, sei su dieci (62%) hanno dichiarato che la loro preferenza non è cambiata a causa della pandemia di coronavirus.
    • Più di un quarto (27%) vorrebbe acquistare un’auto più grande
    • Solo l’11% andrebbe ora per un’auto più piccola
Leggi anche: Post Covid-19, le flotte puntano sull’elettrico