Il gruppo Koelliker si rilancia ed inaugura un nuovo ciclo

Il positivo completamento di un complesso accordo di riorganizzazione finanziaria e societaria sancisce l’uscita definitiva del Gruppo Koelliker dal preesistente contratto di ristrutturazione del debito bancario e l’ingresso di nuovi stabili investitori di controllo.

A poco meno di tre mesi dalla chiusura della decennale ristrutturazione del debito bancario, Koelliker, il Gruppo che importa in Italia le auto a marchio della giapponese Mitsubishi e della coreana SsangYong, si rinnova e punta a espandere il proprio business grazie a nuovi investimenti e iniziative.

Il nuovo logo del gruppo Koelliker

Come viene sottolineato nella nota stampa ufficiale del Gruppo, “Koelliker, nata nel 1936, con uno storico di oltre 1,8 milioni di veicoli venduti in Italia, era entrato in crisi nel 2007, quando era emerso un debito bancario dell’ordine di 840 milioni di euro verso 24 istituti italiani. Dopo un primo accordo di ristrutturazione nel 2009, poi modificato nel 2011, si era arrivati al termine della riorganizzazione del risanamento industriale nel 2013”. Nonostante questo, “a causa dello stock del debito finanziario a medio/lungo termine di circa 110 milioni di euro in capo alla Holding”, non era stato possibile evitare un piano liquidatorio nel 2014. “L’incontro, nel 2018, con Canova – spiegano dall’azienda meneghina – ha permesso di perseguire tale piano. Il team di Canova, coordinato dal partner Roberto Giacobone, ha elaborato con l’ad Luca Ronconi, la complessa architettura dell’operazione, coinvolgendo i fondi gestiti da CarVal Investors che, in collaborazione con il suo operating partner Celtic Asset Management, hanno acquistato l’intero credito bancario del Gruppo”.

L’accordo firmato ed eseguito il 26 luglio 2019 ha previsto, tra i vari punti, “l’acquisto da parte di fondi gestiti da CarVal Investors di tutto il residuo credito bancario a M/L termine pari a circa 78,6 milioni di euro di GBV e di tutto quello a breve pari a circa 51,6 milioni di euro di GBV, azzerando così il debito bancario pregresso e il trasferimento del debito a M/L ad un fondo immobiliare controllato da fondi gestiti da CarVal Investors insieme al patrimonio immobiliare del gruppo”.

Luca Ronconi, AD Koelliker

L’operazione ha previsto “la costituzione di un veicolo, Konki Spa, capitalizzato dagli investitori del Club Deal Car, organizzato da Canova, per il 93,5%, Luigi Koelliker 5% e Luca Ronconi 1,5%, che rileva il 100% delle azioni di Koelliker Spa procedendo ad un aumento immediato della stessa per 7 milioni di euro ed un impegno per ulteriori 3 milioni di euro. A seguito di queste operazioni, Koelliker Spa raggiunge un patrimonio netto di oltre 37 milioni di euro”.

Il CDA della rinnovata Koelliker, che prevede anche un nuovo logo, ha come presidente Roberto Giacobone, come amministratore delegato il confermato Luca Ronconi e come vice presidente Michel Leemans.