Il Gruppo Arriva sigla partnership con TomTom Telematics per ridurre le emissioni di CO2

Arriva, uno dei principali fornitori di servizi di trasporto passeggeri in Europa, ha annunciato di aver firmato un contratto di partnership con TomTom Telematics, recentemente acquisita da Bridgestone, che provvederà a installare il proprio sistema telematico su 15.000 autobus nel Regno Unito e in altri nove Paesi dell’Europa continentale.

“Arriva – si legge in una nota della società – è impegnata nella diminuzione dell’impatto globale dei viaggi, nel miglioramento della qualità dell’aria nelle città congestionate e nella riduzione al minimo del proprio impatto ambientale come azienda. Questo ultimo investimento tecnologico – che dà ai conducenti un feedback istantaneo su frenata, accelerazione e stazionamento a motore acceso – consentirà ad Arriva di ridurre fino al 6% su base annuale il consumo di carburante per i suoi autobus in servizio, diminuendo ogni anno le emissioni di CO2 di una quantità che arriverà fino a 72.000 tonnellate. Questo equivale a ridurre le emissioni di gas serra generate da oltre 15.000 vetture guidate in un anno”.

Jo Humphries, Group Transformation Director di Arriva, ha commentato: “Questo investimento su TomTom Telematics è un investimento sui nostri conducenti. Durante ogni secondo di ogni viaggio, i nostri 32.000 driver devono prendere la giusta decisione per portare i passeggeri a destinazione in maniera sicura. Quando potranno ricevere il supporto costante in termini di formazione ed esercitazioni, i nostri conducenti saranno messi in condizione di guidare al meglio delle loro capacità. Nel farlo, potranno offrire ai passeggeri viaggi più sicuri e confortevoli, riducendo anche il consumo di carburante per ottenere una sostanziale riduzione delle emissioni di CO2.”