Il car sharing del futuro? Per Car2go è elettrico, connesso e autonomo

Il futuro del car sharing sarà caratterizzato dalla presenza di veicoli elettrici, dunque a zero emissioni, che si guidano da soli, ovvero con tecnologia di guida autonoma, e che sono connessi tra di loro in un ampio network che comprende veicoli e infrastrutture per la mobilità. Ne è convinto Thomas Beermann, CEO di Car2go Europe.

Secondo il top manager di Car2go, l’utilizzo di veicoli in condivisione avrà un’influenza decisiva sul mondo automotive. In particolare, determinanti saranno nei prossimi anni il cambiamento del concetto di proprietà dell’auto (sempre più flessibile) e l’aumento della popolazione nei grandi centri urbani, destinata a moltiplicarsi di 1,5 volte entro il 2045. In questo quadro, le elettriche giocheranno un ruolo fondamentale apportando effetti positivi sulla qualità dell’aria nei centri urbani, tanto che i governi stanno già promuovendo la e-mobility e gli incentivi aumenteranno sicuramente nei prossimi anni.

Secondo Beermann, il car sharing del futuro sarà poi nel segno della connessione e della comunicazione tra i veicoli e tra questi e le infrastrutture, grazie a tecnologie ed app per smartphone in grado di renderli sempre più collegati, visibili ed accessibili in tempo reale. L’altro pilastro del futuro sarà infine la guida autonoma: secondo Beerman, le nuove tecnologie permetteranno alle vetture condivise di “parcheggiarsi da sole e di guidare fino a raccogliere i clienti. Ogni veicolo autonomo verrà utilizzato più volte, portando alla conseguente riduzione di auto a disposizione che saranno in grado, comunque, di soddisfare la stessa quantità di richieste”.