I nostri primi cinque anni!

di A.I.A.G.A.

Nel marzo 2011 a Bologna un manipolo di coraggiosi fleet manager ha dato vita ad A.I.A.G.A. (Associazione Italiana Acquirenti e Gestori Auto aziendali). Nel corso di questi cinque anni molti traguardi sono stati raggiunti ma l'associazione ha in serbo ancora molti obiettivi.
9 marzo 2011: si costituisce il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana acquirenti e Gestori Auto Aziendali (A.I.A.G.A.)
9 marzo 2011: si costituisce il Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana acquirenti e Gestori Auto Aziendali (A.I.A.G.A.)

Nell’autunno del 2010, durante un evento a Monza, parlando con alcuni dei partecipanti, ci siamo chiesti come mai mancasse in Italia una associazione dei Fleet Manager che li potesse rappresentare. Nel gennaio 2011 un manipolo di coraggiosi riunito a Bologna decise di provarci, contattando le persone che sarebbero poi diventate  il Consiglio Direttivo  dell’Associazione Italiana Acquirenti e Gestori Auto Aziendali che nacque ufficialmente il 9 marzo 2011. Sono trascorsi appena cinque anni ed abbiamo realizzato molti degli obiettivi che ci prefiggevamo, ma ancora tanti sono da raggiungere e ve ne sono sempre di nuovi e sfidanti che siamo pronti a perseguire con lo spirito che ci contraddistingue. Al di là delle sensazioni e delle storie personali di ciascuno, sembra piuttosto chiaro che una delle ragioni per cui il tempo vola con gli anni è che lo misuriamo con gli eventi memorabili: per noi la nascita di A.I.A.G.A. lo è stato, e gli impegni associativi ci ricordano come il tempo trascorra velocemente quando è ben impegnato.

ASSOCIAZIONI DI SETTORE
Relazioni “non” pericolose
Per nostra scelta, abbiamo relazioni con tutte le associazioni nazionali di settore: da Anfia, l’Associazione nazionale fra imprese automobilistiche presieduta da Aurelio Nervo, a Unrae, l’Unione Rappresentanti Autoveicoli Esteri, presieduta da Massimo Nordio, da Aniasa, l’Associazione dell’Autonoleggio e dei Servizi Automobilistici, guidata da Fabrizio Ruggiero, ad Assilea, l’Associazione Italiana Leasing di cui è presidente Gianluca De Candia. Di fronte a questi interlocutori ci poniamo come la voce degli utilizzatori delle flotte aziendali, grandi e piccole, pubbliche o private, senza discriminazioni, perché all’interno di A.I.A.G.A. ognuno può dare il suo contributo con le idee buone e originali che cerca di far emergere, ma sempre nell’ambito di un networking che mira al confronto, all’educazione e alla crescita di tutti. Questa è A.I.A.G.A.

 

aiaga i nostri primi cinque anniUn inizio brillante …ma niente male anche dopo

Nel 2011 dicevamo: “con la costituzione di A.I.A.G.A. si compie  anche nel nostro Paese una tappa fondamentale in direzione del pieno riconoscimento e della crescita della professione del fleet manager, una responsabilità che è parte integrante delle più evolute strategie di procurement d’impresa. I nostri prossimi obiettivi, saranno l’avvio di specifici tavoli di lavoro su temi di comune interesse per favorire, anche nella realtà italiana, lo sviluppo di questa professione”.

A 21 giorni dalla fondazione giunse una lettera di Aniasa: “La costituzione di A.I.A.G.A. è estremamente importante in quanto indicativa del crescente sviluppo del comparto dell’auto aziendale e della sempre maggiore consapevolezza dei relativi benefici economici …è in quest’ottica che ANIASA plaude all’iniziativa di A.I.A.G.A. ed è pronta a sinergie e collaborazioni su ogni comune obiettivo”: un auspicio che abbiamo seguito con entusiasmo.

Non abbiamo perso tempo e nel 2011,  abbiamo organizzato un workshop su valori residui, un convegno presso l’Università di Bologna e abbiamo ricevuto anche il riconoscimento dalla britannica ACFO, la più antica associazione di Fleet Manager in Europa. Siamo entrati nel web e abbiamo partecipato al Motor Show di Bologna: niente male per dei neofiti e per un’associazione che non ha scopi di lucro.

Giovanni Tortorici, presidente di A.I.A.G.A.
Giovanni Tortorici, presidente di A.I.A.G.A.

Nel 2012 abbiamo collaborato con la belga Nexus Communication su una prospettiva di mobilità, partecipando poi all’evento ACTE (Association of Corporate Travel Excecutive).. Nel mese di Aprile 2012 abbiamo patrocinato gratuitamente l’evento Company Car Drive, una formula di incontri/test drive che ha avuto un successo immediato.

Nel 2013 A.I.A.G.A. ha promosso altri workshop e seminari, consolidando la tradizione dei Fleet Academy, grazie anche all’accordo con Econometrica e FAM (Fondazione Alma Mater) di Bologna per un corso universitario. Sempre in quell’anno abbiamo partecipato al primo Global Fleet Conference di Phoenix in Arizona (USA), dove abbiamo stretto relazioni con la Bobit Business Media di Ed Bobit, veterano dell’automotive USA dal 1961. Abbiamo quindi consolidato le relazioni con l’americana NAFA, la più grande associazione di Fleet Manager al mondo, prendendo parte attiva al loro evento “Fleet Academy” a Tucson in Arizona.

Nel 2014 abbiamo siglato un accordo con l’Ente Fiere di Verona che ci ha messo a dispizione uno spazio per il Fleet Manager Academy. Abbiamo scritto il nostro Codice Etico e stretto relazioni con BFFMM, l’associazione Belga dei Fleet e Mobility Manager. Nel mese di novembre, su richiesta di NAFA, abbiamo presentato le tematiche legate alle flotte in Europa a un mega-evento in Usa: la nostra presentazione è stata molto apprezzata ed è superfluo dire che siamo molto contenti di questo riconoscimento americano ottenuto sul campo.

A.I.A.G.A. incontra NAFA alla Global Fleet Conference di Phoenix nel 2013
A.I.A.G.A. incontra NAFA alla Global Fleet Conference di Phoenix nel 2013

Nel 2015 abbiamo gettato le basi per il nostro sito web 2.0 e portato a due le sessioni annuali di Fleet Manager Academy, perché la richiesta di eventi formativi è molto elevata. Continuiamo quindi, a dare servizi in questa direzione e, sempre nell’ottica della collaborazione, offriamo una partecipazione gratuita ad un fleet manager, in USA al congresso dei nostri amici NAFA. Il patrocinio di Company Car Drive è ormai stabile e suggeriamo agli organizzatori innovazioni e soluzioni che interessano i Fleet Manager ed i Fleet Buyer. In aprile siamo stati invitati alla riunione parigina di Arfa, l’associazione francese dei Fleet Manager: ovviamente siamo in ottimi rapporti anche con i transalpini e da quel momento diventiamo in qualche modo un nodo internazionale tra associazioni. Nel novembre partecipiamo al Fleet Europe, evento itinerante in Europa,  organizzato da Nexuscommunication, che nel 2015 è a Roma – Nexuscommunication ci chiede un articolo speciale sull’evoluzione delle flotte in Italia: siamo felici di esser arrivati nelle prime pagine del loro volume pubblicato a Roma: “Fleet Europe Special Euromed”.

Il 2016? E’ iniziato da poco, ma ovviamente non rimaniamo fermi, anzi lavoriamo alacremente con il poco tempo che abbiamo a disposizione dopo le giornate di lavoro presso le aziende dove siamo tutti “impiegati”. Dopo  Fleet Manager Academy di marzo ci siamo messi al lavoro sui contenuti di Company Car Drive, sempre con un occhio al futuro, sia a breve che a medio termine …sentirete ancora parlare di noi, finché la passione che abbiamo ci anima e ci rende felici di quello che facciamo.

PROSPETTIVE
Il nostro futuro
Quando nacque A.I.A.G.A., in molti non credevano in questa avventura, ma non noi, fedeli al pensiero di Eleanor Roosevelt: “il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei loro sogni”. Siamo felici possessori di pensieri positivi, creativi e quindi possiamo contribuire alla costruzione del nostro futuro in modo partecipativo e non da semplici spettatori. A.I.A.G.A. avrà un avvenire se continuerà ad immaginare, a sognare e a credere in quello che fa, rispettando i propri valori.
Cosa faremo? Aumenteremo l’interazione con i nostri partner internazionali, perché conoscere ciò che avviene nel mondo automotive ci aiuta a capire tendenze e dinamiche, riuscendo a fornire rapidamente informazioni, preparando le persone a ciò che potrà succedere anche in Italia.
Formazione ed informazione sono essenziali, e come obiettivo principale abbiamo sempre lo stesso: i Fleet Manager al centro dell’attenzione come persone e non come rappresentanti di aziende. Nel corso della lunga crisi economica, molti Fleet manager hanno perso il proprio lavoro, ma per noi sono rimasti esattamente nella loro collocazione in A.I.A.G.A., proprio perché non hanno perso le proprie idee e quindi noi associando persone rimaniamo coerenti e la persona rimane al centro di tutto.
Se il nostro sogno rimarrà quello di far crescere la conoscenza e le competenze attraverso studi, corsi e networking, costruiremo un futuro solido e duraturo, animati dallo spirito che ci ha portato a fondare A.I.A.G.A.