Hyundai sviluppa la nuova tecnologia Vehicle-to-Everything

Consentirà di ampliare l’offerta di soluzioni energetiche per migliorare ulteriormente la fruibilità delle fonti rinnovabili e ridurre la pressione sulla rete elettrica

Hyundai sta ampliando la sua offerta di soluzioni energetiche sviluppando la tecnologia Vehicle-to-Everything (V2X). V2X è un’innovazione tecnologica che garantisce un’ulteriore integrazione fra energie rinnovabili e veicoli elettrici a batteria (BEV).

DALLA BATTERIA ALLA RETE ELETTRICA

Una delle declinazioni è il Vehicle-to-Grid (V2G), che consente di fornire l’energia già immagazzinata nei pacchi batteria della vettura alla rete elettrica (“grid”). Oltre alla funzione di stabilizzazione, l’energia accumulata nei veicoli elettrici alimenta la rete per supportare la gestione della domanda durante le ore di punta – o in situazioni di emergenza. Hyundai sta attualmente conducendo due progetti pilota V2X nei Paesi Bassi e in Germania, con flotte di IONIQ 5 modificate e dotate di un software personalizzato per il V2G.

ENERGIA DISPONIBILE QUANDO SERVE

Il panorama energetico cambierà sensibilmente grazie a questa integrazione dei veicoli elettrici nella rete. Non solo i proprietari di veicoli BEV avranno l’opportunità di contribuire attivamente alla stabilizzazione della rete a livello locale – il V2G darà anche un forte contributo a una fornitura di energia rinnovabile stabilizzata. La rete distribuisce direttamente agli utenti energia rinnovabile da fonte solare o eolica. Con l’applicazione del V2G, l’energia rinnovabile può essere immagazzinata nei veicoli elettrici e reimmessa in rete anche nei momenti in cui non può essere generata, ad esempio di notte, o quando non c’è vento, o nelle ore di punta.