Garmin: il terzo occhio del driver si chiama Dash Cam

di Sabrina Negro

Garmin il terzo occhio del driver si chiama Dash CamLa sicurezza delle flotte aziendali cresce anche attraverso l’adozione di dispositivi telematici che supportano il driver in tutte le situazioni di guida. Garmin è leader nella produzione di questi dispositivi, che sono efficaci anche nella riduzione dei costi di gestione della flottaIl contenimento dei costi della mobilità passa anche attraverso una maggior sicurezza stradale. Per questa ragione i gestori di flotte attribuiscono un rilievo sempre più importante non solo agli aspetti relativi allo stato d’uso e alla manutenzione del veicolo, ma anche soprattutto alla dotazione di sistemi di sicurezza di bordo sempre più evoluti.

Garmin mette oggi a disposizione delle flotte soluzioni di telematica di bordo e dispositivi di guida predittiva che vanno ben oltre i sistemi di navigazione satellitare per cui la società è conosciuta in tutto il mondo.

Carlo Macaluso, B2B Sales Manager di Garmin
Carlo Macaluso, B2B Sales Manager di Garmin

“Garmin è da sempre molto attenta alla sicurezza con una serie di prodotti che vanno in quella direzione” dichiara Carlo Macaluso, B2B Sales Manager di Garmin. “Da anni, ad esempio, proponiamo retrocamere wireless che consentono di monitorare punti ciechi o caratterizzati da visibilità inferiore nel retro del veicolo, dispositivi in genere appannaggio esclusivo di vetture di  segmento medio/alto”.

 

Con NüviCam e Dash Cam 30/35 più sicuri e documentati  

Lo stesso approccio “non elitario” alla sicurezza contraddistingue la linea di device studiata da Garmin per la guida predittiva che include elementi dei sistemi Adas (Advanced Driver Assistance Systems) fino ad oggi in dotazione solo su poche automobili alto di gamma.

Secondo il 14° Rapporto Aniasa sul noleggio veicoli, nel 2014 sono stati 441.515 i sinistri che hanno coinvolto flotte di noleggio a lungo termine, quasi 40mila in più del 2010. La distrazione, dovuta alla stanchezza, alla velocità e a stimoli esterni cui il conducente è sottoposto quando è alla guida, è sicuramente tra le principali cause di incidente.

NüviCam è la soluzione di Garmin che consente di avere sempre sotto controllo ciò che avviene all’esterno della vettura accompagnando, assistendo e allertando il guidatore in caso di pericolo. Il dispositivo portatile integra un sistema completo di guida assistita: grazie ad un avanzato sistema ottico, NüviCam è in grado di leggere e interpretare la segnaletica orizzontale della strada e di avvisare il guidatore in caso di superamento accidentale della linea di mezzeria. E se la distanza dal veicolo che precede scende sotto una determinata soglia prudenziale e a velocità di rischio il medesimo sistema ottico fa scattare l’allerta di collisione frontale.

Fleet 660Ma la vera nota distintiva della NüviCam è la presenza di una Dash Cam integrata, videocamera che permette di registrare automaticamente a ciclo continuo tutto quello che avviene sulla strada mentre si è al volante. “È di fatto il terzo occhio del conducente e funge anche da giudice imparziale che può aiutare in caso di sinistro” spiega Macaluso. “La Dash Cam dispone di un accelerometro, e in caso di incidente o di semplice urto salva i filmati, un minuto prima e uno dopo l’evento, proteggendoli da sovrascrittura”.

Questa piccola telecamera ad alta definizione di Garmin è acquistabile anche separatamente nei due modelli Dash Cam 30, entry level, e Dash Cam 35 dotata anche di GPS e display più grande. Il dispositivo, installato all’interno dell’abitacolo, si accende con l’avvio del motore registrando in modo continuo e automatico ciò che accade e si arresta con lo spegnimento del veicolo. La Dash Cam è facilmente removibile e, grazie alla modalità fotocamera, può essere utilizzata in caso di sinistro per documentare eventuali danni alla vettura. La Dash Cam 35 dispone inoltre della funzione Forward Collision Warnings che misura la distanza dall’auto che precede avvertendo il guidatore quando la distanza di sicurezza non è prudenziale.

 

Fleet 660, gestione su misura

In un’ottica di aumento della sicurezza e di ottimizzazione dell’utilizzo dei veicoli, sempre maggior interesse assumono le soluzioni di telematica di bordo per le flotte aziendali che, fornendo una grande mole di dati, consentono di monitorare in tempo reale i movimenti delle vetture. Si tratta di applicazioni con un apparato hardware da installare sul veicolo e un software utilizzato dal fleet manager.

NüviCamIl nuovo sistema Garmin fleet 660 rappresenta una rivoluzione nell’ambito della navigazione stradale.  Attraverso questo dispositivo infatti, Garmin, servendosi della piattaforma Android, è in grado di offrire un’ampia gamma di applicazioni e uno strumento di gestione su misura delle flotte, grazie all’interfaccia utente completamente personalizzabile ed espandibile.

“Il nostro approccio strategico è diverso rispetto a quello di altri competitor” commenta Macaluso in proposito. “Invece di fornire un pacchetto hardware-software predefinito e costrittivo, Garmin propone un prodotto che può essere “customizzato” secondo le esigenze specifiche del cliente che, interfacciandosi con una software house interna o esterna, può elaborare le soluzioni telematiche più adatte alla propria flotta”. Per chi invece preferisse una soluzione completa, Garmin dispone di collaborazioni con partner accreditati nell’ambito di sistemi di gestione flotte al fine di offrire servizi che possono comprendere il calcolo dei percorsi, il sistema antitraffico, la pianificazione degli ordini, l’analisi e l’ottimizzazione dei tempi di consegna, la tutela della sicurezza dei conducenti, l’ottimizzazione del consumo carburante, il rilevamento del parco veicoli e la reportistica gestionale. Attraverso connessioni Bluetooth e Wi-Fi, i dispositivi possono collegarsi in modalità wireless ad una scatola nera o ad altri sensori e periferiche.

SICUREZZA BAMBINI
Preoccupazioni alle spalle con la babyCam
babyCam di GarminBambini in auto sempre sotto controllo senza doversi voltare grazie alla babyCam di Garmin, il primo baby monitor al mondo integrato nel sistema di navigazione del veicolo che permette di monitorare l’attività del bambino con un semplice sguardo allo schermo del dispositivo. Il montaggio richiede solo pochi minuti: grazie al sistema wireless la videocamera si può comodamente fissare sul poggiatesta. E una volta arrivati a destinazione, un segnale sonoro ricorderà al conducente di controllare il sedile posteriore.