Full Hybrid Toyota, efficienza senza pari

di Vincenzo Conte

Due importanti studi confermano che la tecnologia Full Hybrid porta vantaggi concreti in termini di minori emissioni e di recupero di energia (con conseguente diminuzione dei consumi).

Toyota conta oggi oltre 14 milioni di veicoli ibridi venduti in più di 90 paesi al mondo. Grazie all’ibrido Toyota sono state risparmiate emissioni nell’ambiente pari a ben 102 milioni di tonnellate di CO2, rispetto all’uso di tecnologie tradizionali. La gamma Toyota e Lexus comprende oggi 33 modelli, con l’obiettivo di raggiungere i 15 milioni di unità vendute entro il 2020.

Punto di forza dell’offerta di Toyota è il sistema Full Hybrid Electric, sistema che, in base agli standard WLTP, registra valori di emissioni di NOx inferiori di circa il 91% rispetto ai limiti omologativi di legge (per le categorie euro 6 diesel ed euro 5 e 6 benzina).

Nuova Toyota Auris

Vantaggi verificabili

Il Full Hybrid è una tecnologia dai vantaggi immediatamente verificabili. Nel 2016 e nel 2017 sono stati condotti 2 studi con l’obiettivo di quantificare, con una metodologia scientifica, la percentuale di percorrenza del veicolo a zero emissioni nelle diverse tipologie di percorsi (urbano, autostradale e misto). Il primo studio è stato condotto dal Centro CARe (Center for automotive research and evolution), dell’Università Guglielmo Marconi di Roma, ed il secondo dal CARe in collaborazione con ENEA.

L’energia proviene dalle ruote

Entrambi gli studi hanno messo in evidenza quanto il sistema Full Hybrid sia in grado di provvedere al recupero di energia e al suo riciclo e riutilizzo per massimizzare l’efficienza energetica. Il 27,6% dell’energia necessaria per la ricarica della batteria proviene dalle ruote, che recuperano l’energia cinetica che altrimenti andrebbe dispersa. Non solo, quindi, l’ibrido elettrico-termico non necessita di ricarica esterna, ma provvede autonomamente a generare l’energia necessaria al suo funzionamento, per oltre un terzo del suo fabbisogno.

Il miglior presente possibile

Oggi circa il 94% dei clienti che scelgono l’ibrido restano fedeli a questa tecnologia. Alle performance positive si accompagna una grande facilità di guida, che spicca per silenziosità e fluidità. Aspetto non trascurabile è l’affidabilità: sono molto poche le componenti da sostituire e i problemi dell’impianto frenante sono ridotti, in quanto la maggior forza frenante proviene dal motore elettrico.