Ford Transit Custom PHEV, funzionalità senza compromessi

di Gennaro Speranza

Con l’arrivo sul mercato del Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV), Ford riscrive le regole per il mondo dei veicoli commerciali da 1 tonnellata. Alle tradizionali doti di praticità e affidabilità, ora si affianca tutta l’efficienza della tecnologia ibrida di Ford, per una guida senza compromessi.

Dopo il settore delle auto, il processo di elettrificazione sta cominciando a interessare sempre più anche quello dei veicoli commerciali. Chi si fa portatore per eccellenza di questo cambiamento è sicuramente Ford, che ha introdotto infatti all’interno della gamma del Transit Van un’inedita variante ibrida plug-in. Parliamo del Transit Custom Plug-In Hybrid, il primo veicolo commerciale nel segmento dei furgoni da una tonnellata equipaggiato con la tecnologia per la guida a zero emissioni.

Presentato a fine settembre a Stoccolma per la prima volta ad un evento dedicato alla stampa e agli addetti ai lavori, il nuovo Transit Custom elettrificato, già disponibile per essere ordinato, arriverà sul mercato europeo entro la fine dell’anno. Abbiamo avuto un primo contatto con questo robusto e spazioso mezzo dal cuore “green” in un affascinante test drive proprio sulle strade nei dintorni di Stoccolma, in un percorso misto urbano-extraurbano.

GUARDA IL VIDEO: FORD TRANSIT CUSTOM PHEV – PROVA SU STRADA

COMFORT E SILENZIOSITÀ

Le prime cose che ci hanno colpito a bordo del nuovo Transit Custom Plug- In Hybrid sono la grande silenziosità e il comfort di marcia. Merito di un abitacolo molto ben isolato dall’esterno, ma soprattutto di un’architettura ibrida tecnologicamente avanzata. Questo mezzo è spinto da un motore a trazione elettrica da 92.9 kW che procede in modo fluido per un’esperienza di guida ancora più piacevole, garantita anche dal cambio automatico e dalla sua silenziosa capacità di movimento. Grazie ad un pacco batterie agli ioni di litio da 13.6 kWh, il veicolo è in grado di percorrere in modalità completamente elettrica fino a 56 km, l’ideale per la percorrenza media degli spostamenti in città.

Ad affiancare la batteria da 13.6 kWh c’è però anche il motore benzina 1.0 EcoBoost. Questo motore, che funge da estensore all’unità elettrica, allunga l’autonomia totale del veicolo a oltre 500 km, con consumi di carburante pari a 2.7 l/100 km ed emissioni di CO2 molto contenute (60 g/km, ciclo NEDC). Combinando la capacità di guida a emissioni zero e l’assenza della cosiddetta ansia da autonomia, il nuovo Transit Custom Plug-In Hybrid di Ford offre così una “produttività senza compromessi”, come recita il payoff dell’Ovale Blu, garantendo una guida a zero emissioni con la libertà di fare viaggi più lunghi. Quanto a capacità di carico, anche in questo caso Transit Custom Plug-In Hybrid non impone nessuna rinuncia. Il volume di carico è di 6 metri cubi, esattamente come la versione classica, e la portata utile è di 1.130 kg.

DUE MODALITÀ DI RICARICA E 4 MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MOTORI

Veniamo ora al capitolo ricarica e a quello delle modalità di guida. Grazie alla presa situata all’interno del paraurti anteriore, il Transit Custom Plug-In Hybrid può essere ricaricato sia con un alimentatore domestico da 230 volt e 10 amp, che permette di ottenere una carica completa in poco più di 4 ore, sia con alimentatore industriale tipo 2 AC, che riduce il tempo a poco più di 2 ore e mezzo. Inoltre, è possibile recuperare energia grazie al sistema di ricarica generativa quando il veicolo decelera o frena.

Per utilizzare al meglio il powertrain ibrido, i tecnici di Ford hanno pensato di introdurre sul nuovo Transit Custom elettrificato quattro modalità di guida differenti (EV Modes) che prevedono diversi modi e tempi di utilizzo delle batterie. La prima di queste modalità (EV Auto) combina l’utilizzo dei due motori per un mix perfetto tra efficienza e prestazioni, decidendo autonomamente se utilizzare o meno il motore EcoBoost. EV Now invece dà priorità alla batteria, utilizzandola in modo esclusivo finché non raggiunge un livello di carica minima. La modalità di guida EV Later fa invece l’esatto contrario: in questo caso viene privilegiato il motore EcoBoost per ricaricare, attraverso il recupero dell’energia in frenata, le batterie. Infine la quarta e ultima modalità, EV Charge, sfrutta il motore EcoBoost per caricare il più possibile la batteria e ripassare poi alla modalità EV Now.

PRONTO PER IL BUSINESS

Oltre alle virtuosità del powertrain ibrido, ciò che poi sorprende alla guida del nuovo Transit Custom Plug-In Hybrid è la grande maneggevolezza, grazie al servosterzo elettrico standard ottimizzato per la guida in città e per rendere più semplici le manovre in ambienti urbani affollati. Di alto livello sono le dotazioni per il comfort, per la connettività e per la sicurezza di bordo. Sono da citare, ad esempio, il climatizzatore e il parabrezza riscaldabile (di serie), il sistema di comunicazione e intrattenimento Ford SYNC 3 supportato da un touch-screen centrale a colori da 8’’ con funzione pinch&swipe (tra gli option), nonché il modem integrato FordPass Connect (di serie) che consente alle aziende di ottimizzare la produttività e l’utilizzo dei propri veicoli attraverso le nuove soluzioni connesse Ford Telematics e Ford Data Services (soluzioni che verranno lanciate alla fine di quest’anno, insieme alla nuova app FordPass Pro). Le tecnologie di assistenza alla guida disponibili includono l’Active Park Assist e Lane- Keeping Alert.

FEATURE SPECIALI

È da citare, infine, che dalla primavera 2020 saranno disponibili due nuovi accessori tecnologicamente molto interessanti. Il primo è il modulo Geofencing. Si tratta di un modulo (di serie) che abilita in automatico l’alimentazione completamente elettrica quando si accede a zone a emissioni zero o a traffico limitato. Il secondo accessorio, invece, è un Epower Pack da 12 volt (in option), che permette di collegare apparecchi ad alta potenza alla carica della batteria del mezzo. Batteria che, ormai è uno standard, viene garantita per 8 anni o 160.000 km.