Ford e il futuro della mobilità: addio ai semafori grazie alla tecnologia Intersection Priority Management

Veicoli connessi in grado di gestire il passaggio agli incroci stradali senza la necessità dei semafori, in un flusso continuo di automobili. È questa la visione del futuro della mobilità immaginata da Ford

Ispirandosi al modo in cui i pedoni regolano il proprio passo per evitare gli attraversamenti più affollati o pericolosi, la casa americana sta testando una tecnologia in grado di consigliare ai conducenti quando rallentare o accelerare, per evitare eventuali collisioni con veicoli in arrivo da altre direzioni, senza doversi fermare.

 

 

Questa tecnologia, denominata Intersection Priority Management (IPM), è attualmente in fase di sperimentazione sulle strade di Milton Keynes, nel Regno Unito, nell’ambito del progetto UK Autodrive, supportato dal governo britannico. L’obiettivo di questa tecnologia è facilitare il flusso del traffico, evitando che i conducenti si fermino agli incroci senza che ce ne sia motivo e aumentare, di conseguenza, la sicurezza e l’efficienza sulle strade.

La tecnologia IPM utilizza le comunicazioni Vehicle to Vehicle (V2V) per coordinarsi con gli altri veicoli nelle vicinanze e suggerire le velocità ottimali che consentono alle auto di attraversare in sicurezza gli incroci senza fermarsi.

 

 

“Sappiamo che gli incroci e i semafori possono essere un vero e proprio spauracchio per molti automobilisti”, ha dichiarato Christian Ress, Supervisor, Driver Assist Technologies, Ford Research and Advanced Engineering“Grazie alle tecnologie che fanno dialogare le auto tra loro, come quella in fase di sperimentazione proprio in questi giorni, immaginiamo un mondo in cui i veicoli siano più consapevoli l’uno dell’altro e dell’ambiente circostante, al fine di una cooperazione virtuosa, sulle strade e nei pressi degli incroci”.