Fleet Manager Academy: a Bologna edizione record

di Gennaro Speranza

A Bologna, lo scorso 23 ottobre, presenti oltre 700 professionisti del settore delle flotte aziendali. La giornata ha offerto un ricco programma di seminari articolato in 7 appuntamenti formativi. Ampio anche il parterre espositivo, con 22 modelli (tra cui molte novità e anteprime) presentati da 13 brand automobilistici.

È stato un grande successo di presenze quello registrato alla quattordicesima edizione di Fleet Manager Academy, svoltasi a Bologna il 23 ottobre scorso. Il padiglione 22 del quartiere fieristico bolognese ha ospitato infatti ben 741 professionisti del settore delle flotte aziendali, un numero record per un evento che è diventato ormai il punto di riferimento più importante per chi si occupa di flotte aziendali in Italia.

Merito di una formula collaudata nel tempo che vede mixare sapientemente seminari formativi, networking (grazie alla possibilità di incontro e confronto tra fleet manager e aziende operatrici sul mercato) e sezione espositiva (a Bologna erano presenti 13 brand automobilistici e 18 aziende di prodotti e di servizi operanti nel mercato delle business car).

LA FORMAZIONE AL CENTRO

Nel corso della giornata ai partecipanti è stato offerto un intenso programma di seminari che ha visto il coinvolgimento di 22 relatori. Molti i temi di attualità affrontati per chi si occupa di acquisizione e gestione di auto aziendali. Particolare interesse ha suscitato la lectio magistralis “Flotte aziendali: la sfida della transizione alla decarbonizzazione” tenuta da Alberto Piglia, Head of e-Mobility di Enel X (la divisione di Enel dedicata ai prodotti energetici innovativi), che ha raccontato gli impegni che Enel sta assumendo verso il Paese per avviare, facilitare ed incentivare la transizione verso la mobilità elettrica.

Altro argomento di rilievo che è stato affrontato in un seminario dedicato è stato quello della mobilità sostenibile e del coinvolgimento dei driver nell’attuazione della car policy. A Fleet Manager Academy si è parlato poi anche di mobility card, di tutela legale dei driver aziendali, di come comporre una matrice per la car list delle auto verdi. Grande interesse ha poi riscosso la case history “La flotta aziendale e sostenibile di IGPDecaux”. Nello spazio riservato ad Auto Aziendali Magazine, inoltre, ha avuto luogo una tavola rotonda sul ruolo dei mobility broker nell’attuale contesto del mercato dell’auto.

AMPIO PARTERRE ESPOSITIVO

Il parterre di questa edizione bolognese di Fleet Manager Academy ha offerto un ampio panorama di novità automobilistiche tra cui molte anteprime nazionali, che rappresentano il meglio dell’offerta automobilistica del momento per il comparto delle auto aziendali. Tra le novità più attese vi erano le due vetture portate da Audi, e cioè la Q5 TFSIe (un ibrido plug-in) e la nuova Q3 Sportback (da poco approdata sul mercato). Bmw ha invece messo in bella mostra la sesta generazione della Bmw Serie 3 Touring e la rinnovata Bmw Serie 1. Doppietta anche per Land Rover con Discovery Sport e Evoque, entrambi modelli molto ambiti nel segmento business, mentre Lexus ha presentato una novità molto interessante, e cioè il model year 2020 di Lexus RX, recentemente presentato alla stampa e che punta forte sulla trazione ibrida.

Sontuosa la presenza di Maserati, con la gamma Levante GranSport, Levante GranLusso e Ghibli GranSport, nonché quella di Mercedes-Benz, con la plug-in hybrid diesel Classe C 300 de SW e la EQC, la prima elettrica del marchio con la stella. Non è mancata Mini, anch’essa con la sua nuova proposta elettrica a tre porte. Ampia l’offerta anche di Renault, che ha scelto l’Academy per presentare alle flotte la nuova Clio (V serie) e, in anteprima nazionale, la nuova Zoe e la nuova Captur. Protagoniste di rilievo anche Seat, con Ateca e Tarraco, Škoda con Karoq Sportline, Toyota con il suo nuovo Suv di taglia intermedia C-HR. A completare il parterre nel padiglione 22 del quartiere fieristico di BolognaFiere, l’offerta di Volkswagen per le flotte, con le nuove Passat Variant e Passat GTE.  

PREMIATI I MIGLIORI GESTORI DI FLOTTE AZIENDALI

Nel corso della XIV edizione di Fleet Manager Academy è avvenuta anche la proclamazione dei vincitori dei Fleet Italy Awards 2019, i premi attribuiti ai migliori fleet manager per i progetti realizzati in Italia nel corso del 2018. Ad aggiudicarsi il riconoscimento di Fleet Italy Manager dell’anno è stato il Team Fleet Management di Engie Italia, composto da Lucia D’Elia, Federica Fenni, Paola Rossi e Claudio Luigi Sposato.

Il riconoscimento Fleet Italy SQE Safety Quality Environment Award (che premia il responsabile del miglior progetto aziendale di gestione della flotta dal punto di vista della sicurezza, della qualità e della sostenibilità ambientale) è andato invece a Maria Teresa Cesaroni, General Affairs Manager di Sigma spa. A Luca Lelli, Direttore Servizio Unico Metropolitano Economato dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna, è andato il premio di Fleet Italy Mobility Award (rivolto al più efficiente progetto di mobilità aziendale). Carlo Domenico Santoro (Fleet Manager & Logistics Manager di Risto3 s.c.) e Tiziano Donati (Collaboratore ind. Informatico/ statistico della Provincia Autonoma di Trento) si sono aggiudicati il Premio Speciale della Giuria.