Fca-Psa, accordo raggiunto: nasce il quarto costruttore di auto al mondo

Arriva l’annuncio dell’alleanza tra i due gruppi dopo il via libera dai board. I numeri della nuova società: vendite annuali di 8,7 milioni di veicoli e ricavi congiunti di quasi 170 miliardi di euro.

Dopo l’annuncio a fine ottobre della promessa di matrimonio tra Fca e Psa, è arrivata oggi la conferma ufficiale: i due colossi dell’auto hanno raggiunto l’accordo per la fusione. La nuova società sarà il quarto costruttore automobilistico al mondo in termini di volumi e il terzo in base al fatturato, con vendite annuali di 8,7 milioni di veicoli e ricavi congiunti di quasi 170 miliardi di euro.

Il gruppo genererà sinergie annuali che a regime sono stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti in conseguenza dell’operazione e con un flusso di cassa netto positivo già nel primo anno. Il nuovo gruppo vedrà John Elkann alla presidenza e Carlos Tavares come Ceo. Il Cda avrà 11 membri, con una maggioranza di consiglieri indipendenti. Sarà consigliere anche Tavares con mandato iniziale di 5 anni. La sede della società sarà in Olanda.

Carlos Tavares (PSA) e Mike Manley (FCA)

Come reso noto dalle due società, con questa sinergia si creerà “una robusta base per promuovere e stimolare ulteriormente l’innovazione e determinare lo sviluppo di competenze all’avanguardia nel campo dei veicoli alimentati a energie alternative, della mobilità sostenibile e della guida autonoma e connessa”.

Il nuovo gruppo si dice inoltre certo di avere “team, competenze, risorse e dimensioni in grado di cogliere con successo le opportunità offerte da questa nuova era della mobilità sostenibile”.