Fatti e persone

Cresce la domanda di noleggio a lungo termine aziendale

Cresce la domanda di noleggio a lungo termine aziendale
In questi ultimi anni sono molte le aziende che, per l’acquisizione dei veicoli della loro flotta, hanno scelto il noleggio a lungo termine. Secondo il Rapporto Aniasa, (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici) nel 2014 è proseguita la crescita di volumi nel comparto NLT (+2,9%) e alla fine dell’anno ha registrato un fatturato da contratti di noleggio che supera i 4 miliardi di euro, una crescita del +1,9% rispetto al 2013. Secondo le rilevazioni più aggiornate, l’utilizzo del NLT è ormai consolidato nel 90% delle imprese di grandi dimensioni, percentuale che arriva al 50-60% per le aziende di medie e medio-piccola dimensione.


Mobilità aziendale, integrata, flessibile e greenMobilità aziendale, integrata, flessibile e “green”
Per gli spostamenti dei loro dipendenti le imprese puntano sulla flessibilità e sull’integrazione dei vari mezzi a disposizione, chiedono soluzioni telematiche che facilitino la gestione dei parchi veicolari e pretendono la massima sicurezza. Questi, in sintesi, i dati più eclatanti del rapporto “Barometro 2015 delle flotte aziendali”, realizzato da Arval. Tra i fenomeni nuovi più evidenti c’è la sensibilità delle aziende verso le politiche ambientali: oggi, il 40% di quelle con oltre 100 dipendenti, dispone di un veicolo ecologico. Interessante è anche la crescente sensibilità per la “sharing economy”, in pratica verso l’utilizzo delle vetture più che il loro possesso.


Lombardia regina dei furti di SUVLombardia regina dei furti di SUV
Ogni giorno in Lombardia 46 autoveicoli vengono rubati (ben 17.008 in tutto l’anno), due ogni ora. Dell’esatta metà dei veicoli si perdono le tracce (8.500). La Lombardia rappresenta da sola il 14% del fenomeno furti registrati a livello nazionale. Sono questi i principali indicatori che emergono dal “Dossier sui Furti d’Auto in Lombardia 2014”, elaborato da LoJack Italia. Dai dati relativi al 2014 emerge il quadro di un fenomeno in continua evoluzione. Sono evidenti le difficoltà delle Forze dell’Ordine nelle attività di contrasto al business internazionale dei furti (solo metà delle auto vengono recuperate). A livello nazionale il dato sui furti è in leggero calo rispetto al 2013 (dai 19.072 ai 17.008 dello scorso anno); a destare preoccupazioni tra gli automobilisti è però il continuo calo dei recuperi di autoveicoli (da 8.742 a 8.508).


Ora l'asfalto “parla” con l'auto per trovare un parcheggioOra l’asfalto “parla” con l’auto per trovare un parcheggio
La via è stretta e trafficata, le auto e i motorini parcheggiati quasi uno sopra l’altro e voi state cercando un posto libero da mezz’ora. Questa scena, familiare a ogni automobilista, potrebbe diventare un ricordo nel prossimo futuro, grazie ad un sistema che mette in comunicazione i sensori installati sulla superficie stradale con quelli delle vetture in transito, dandogli la possibilità di individuare e segnalare automaticamente i posti liberi. Così, grazie a una mappa di parcheggio online, i guidatori saranno in grado di trovare in tempo reale un’area di parcheggio libera. Il sistema funziona con sensori wireless “annegati” nel manto stradale che riconoscono se un posto è occupato o meno e trasmettono l’informazione via internet all’auto che passa accanto.