Engie Italia, la flotta è sempre più efficiente

di Rossana Malacart

Una piattaforma aziendale intranet, car sharing con flotta aziendale e car sharing esterno con Car2go; un servizio di car pooling con Jojob; un innovativo programma di park sharing e l’installazione sulle vetture di una black box.

Sono numerose le iniziative messe in campo da Engie Italia, società operativa in tre principali attività (produzione di energia elettrica da fonti con basse emissioni di anidride carbonica, infrastrutture energetiche e soluzioni energetiche per i clienti) con circa 3.000 dipendenti in più di 50 uffici sull’intero territorio nazionale. In linea con la propria ambizione di “progresso armonioso”, Engie Italia tende a rendere più efficienti gli spostamenti delle flotte e dei dipendenti e tutto quanto concerne la corporate mobility. Ma andiamo con ordine. 

 

La piattaforma WeSharing

Michele Amici, general services manager di Engie Italia 

Partita da soli 7 mesi WeSharing, la piattaforma messa a punto da Engie Italia, sta dando buoni risultati, come ha spiegato ad Auto Aziendali Magazine Michele Amici (foto a lato), general services manager della società. “Gli indicatori sono positivi: a fine ottobre avevamo 9 vetture in car sharing interno e oggi sono già 16, con un più 77% della flotta e un incremento dei giorni di prenotazione mese da 167 a 298”, spiega Amici, anticipando una campagna di comunicazione sul tema.

“L’utilizzo del car sharing aziendale per motivi di servizio da parte dei dipendenti, da ottobre a maggio è cresciuto del 34%, e ci ha fatto risparmiare 27.000 euro su base annua sui costi di noleggio a breve termine”, sottolinea Amici, spiegando che le auto in car sharing aziendale sono quelle noleggiate da Engie a lungo termine per la propria flotta. “Un risparmio non solo di costi, ma anche di tempo ed emissioni di CO2”, puntualizza Amici. “Per il car sharing esterno utilizziamo Car2go, con la quale abbiamo stipulato una convenzione, che ci permette un risparmio di circa il 72% sui costi, pari a circa 1.500 euro mensili, e un aumento del 43% degli spostamenti”.

 

Il sostegno a car pooling e park sharing 

Engie Italia promuove anche il car pooling, attraverso il partner Jojob. “Abbiamo una media di 55 contatti mensili – evidenzia Amici – e per incentivare i nostri dipendenti all’utilizzo abbiamo realizzato una campagna che mette in palio soggiorni premio, buoni benzina e giochi virtuali”. Per migliorare la mobilità aziendale Engie Italia ha messo a punto anche un programma di park sharing, attivo dalla fine dello scorso mese di giugno. “Questa applicazione – spiega Amici – permette di utilizzare i posti auto dei colleghi assegnatari quando non sono presenti, perché fuori sede o in missione”. Si tratta di 170 posti a Roma e 160 a Milano. “In questo modo si risparmia il tempo della ricerca e si libera la strada – fa notare Amici – alleggerendo anche la quota di inquinanti emessi durante la ricerca”. 

 

Black box su tutti i veicoli 

Per la gestione proattiva dei mezzi e per aumentarne l’affidabilità le vetture di Engie ospitano a bordo una black box che fornisce una serie di dati relativi al consumo, alle emissioni di CO2 e ai sinistri. Una scelta, ribadisce Amici, che favorisce una mobilità più sicura e sempre orientata alla sostenibilità. “La prossima car list prevede un 80% di mezzi ecologici, grazie anche alla presenza di nostre colonnine di ricarica, che al momento sono 8 a Milano e 4 a Roma e quanto prima saranno presenti anche nelle nostre altre sedi”.