Emissioni di CO2 da benzina e gasolio: in lieve calo (-0,3%) a metà 2016

Nei primi sei mesi del 2016 le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione sono leggermente calate (-0,3%) rispetto allo stesso periodo del 2015. Tale calo deriva da una diminuzione del 2,2% fatta registrare dalle emissioni di CO2 provenienti da benzina, riduzione solo parzialmente compensata dall’aumento dello 0,3% fatto registrare dalle emissioni da gasolio. Nel solo mese di giugno, in particolare, le emissioni di CO2 da benzina e gasolio sono calate del 2,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In diminuzione sia le emissioni da benzina (-5,8%) sia quelle da gasolio (-1,2%). Questi dati sono stati elaborati dal Centro Ricerche Continental Autocarro, su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

I dati relativi al primo semestre 2016 forniscono lo spunto per cercare di individuare le tendenze prevalenti nell’anno in corso e per cercare di capire cosa potrà succedere nei prossimi mesi. Fino ad ora nel 2016 vi sono stati tre mesi in cui le emissioni di CO2 da benzina e gasolio per autotrazione sono aumentate (febbraio, marzo e maggio) e tre in cui sono calate (gennaio, aprile e giugno). A luglio e agosto, tradizionalmente, i consumi di carburante sono particolarmente sostenuti, a causa dell’aumento del traffico legato alle ferie estive. Quest’anno, poi, le previsioni parlano di un aumento del numero dei vacanzieri che non si recheranno all’estero ma resteranno nel nostro Paese. Si può quindi dire che i livelli di emissioni di CO2 da autotrazione nei prossimi mesi saranno particolarmente alti, con probabili aumenti rispetto ai dati dello scorso anno.