Emergenza Coronavirus, Mercedes-Benz Italia garantisce le riparazioni urgenti

La divisione italiana del marchio della Stella ha deciso di riorganizzare la propria rete sull’intero territorio nazionale con la priorità di garantire la mobilità di mezzi e persone impegnati nell’emergenza Coronavirus.

Nel rispetto delle disposizioni del Governo italiano e delle regole sulla salute e la sicurezza sul lavoro imposte dall’emergenza Covid-19, Mercedes-Benz Italia continua ad assicurare le riparazioni urgenti ai propri clienti, con priorità ai veicoli dedicati al trasporto di merci e a tutti quelli necessari nella gestione della crisi e ad oggi la fornitura dei ricambi alla rete di officine.

La divisione italiana del marchio della Stella ha deciso infatti di riorganizzare la propria rete sull’intero territorio nazionale con la priorità di garantire la mobilità di mezzi e persone impegnati nell’emergenza Coronavirus.

”Il nostro compito oggi è quello di garantire la mobilità e l’operatività dei veicoli di emergenza e continuare ad assicurare i servizi essenziali e quelli urgenti ai nostri clienti italiani, dando assoluta priorità a quelli impegnati nell’emergenza: dai mezzi di soccorso a quelli destinati al trasporto di merci e beni di prima necessità”, ha dichiarato Radek Jelinek, Presidente Mercedes-Benz Italia. “Per questo, abbiamo sospeso tutte le attività di manutenzione ordinaria, dedicando tutte le forze in campo agli interventi più urgenti. Allo stesso tempo, continuiamo ad assistere tutti i nostri clienti, attraverso il servizio Mercedes-Benz Service24”.

Nella gestione dell’assistenza rimane altrettanto strategico il Centro Logistico Europeo di Capena (Roma) che distribuisce i ricambi in Italia, rifornendo quotidianamente le organizzate della Stella a tre punte.

”Il Centro Logistico Europeo di Capena è oggi più che mai fondamentale per rispondere nel più breve tempo possibile alle esigenze di ricambi sul territorio – ha sottolineato Radek Jelinek – Il cuore del sistema after sales che si è da subito riorganizzato per garantire la continuità delle forniture e, allo stesso tempo, la salute e la sicurezza del nostro personale che rappresentano la nostra assoluta priorità”.