Emergenza Coronavirus, il presidente di SIFÀ offre un hotel a personale sanitario

SIFÀ è in prima linea per aiutare nella lotta al Coronavirus con iniziative a sostegno di medici, infermieri e personale della protezione civile.

SIFÀ, Società Italiana Flotte Aziendali, è in prima linea per aiutare nella lotta al Coronavirus, che purtroppo nel nostro Paese si sta diffondendo sempre di più in tutte le regioni. Il Presidente di SIFÀ Claudio Campani, titolare della Campani Group che ha all’attivo 9 concessionarie in tutta l’Emilia Romagna, ha scelto di donare gratuitamente per un mese l’hotel Europa (di proprietà dello stesso imprenditore) mettendo a disposizione gratuitamente 60 camere (delle 80 disponibili) a medici, infermieri e personale della protezione civile, fra cui i vigili del fuoco, che in questi giorni stanno raggiungendo Reggio Emilia per l’accentuarsi della crisi sanitaria dovuta al Covid-19.

“Vogliamo dare un segnale forte e di vicinanza al nostro territorio, colpito duramente da questa pandemia. La nostra provincia sta accusando particolarmente il colpo e gli ospedali sono al limite delle proprie possibilità”, ha dichiarato il Presidente di SIFÀ Claudio Campani

“Sono stato contattato dall’amministrazione comunale di Reggio Emilia – ha spiegato Campani – dove peraltro ha sede l’headquarter di SIFÀ, e ho dato la mia disponibilità a mettere a disposizione l’hotel Europa per ospitare del personale utile nella lotta al Covid-19. Ne è nata questa possibilità di fare qualcosa di positivo per la nostra città e soprattutto per i cittadini. Al personale che alloggerà nella struttura verrà offerto anche il vitto, così che gli ospiti possano concentrarsi sulle loro attività senza doversi preoccupare di altro, fermo restando che verranno applicate tutte le misure del Ministero della Salute in tema di prevenzione e sicurezza dei nostri ospiti”.

Anche Paolo Ghinolfi, fondatore e attuale AD di SIFÀ commenta così l’iniziativa: “Vorrei esprimere il mio ringraziamento a Claudio Campani Presidente di SIFÀ, per l’esempio che dà ad ogni suo collaboratore con il suo personale atto di generosità. È importante trasmettere compattezza in questo particolare momento storico che stiamo vivendo a causa del Coronavirus, e il tessuto imprenditoriale, con delle risorse, ha la possibilità di fare la sua parte per il bene comune”.

“Come azienda stiamo facendo il possibile per permettere ai nostri clienti di continuare l’attività – ha aggiunto Ghinolfi – facendo tutto quanto in nostro potere per prevenire, evitare e/o attenuare i possibili ritardi riguardo l’erogazione dei nostri servizi, adottando tutte le misure ragionevolmente possibili per mitigare gli effetti di tale fenomeno. Inoltre attraverso una compagnia assicurativa specializzata nel ramo Salute, abbiamo attivato una copertura sanitaria legata al Covid-19 a beneficio di tutti i dipendenti. Tale copertura prevede delle indennità integrative in caso di contagio da coronavirus, proprio perché riteniamo che il nostro personale rappresenti uno dei principali punti di forza per un’azienda che punta così tanto sul servizio su misura e sulla vicinanza alla propria clientela”.