Elettrico più economico della pompa: lo dice il Car Cost Index di LeasePlan

di Rossana Malacart

La carica elettrica è oggi più economica della pompa di benzina nella maggior parte dei paesi europei: è questo ciò che emerge dall’ultima edizione del Car Cost Index di LeasePlan, un’analisi che ha lo scopo di calcolare il TCO dei veicoli in commercio

L’auto elettrica rappresenta davvero il futuro della mobilità? Flotte aziendali e noleggio (a lungo termine, ma anche a breve) inclusi? La risposta è affermativa, stando ai risultati della nuova edizione del Car Cost Index di LeasePlan. E non è nemmeno il caso di parlare di futuro. “La carica elettrica è oggi più economica della pompa di benzina nella maggior parte dei paesi europei“, sottolinea LeasePlan Italia, che mette in evidenza come anche in Italia i risultati siano molto positivi per la mobilità sostenibile: per i segmenti compatti e premium le auto elettriche sono più economiche delle alimentazioni a benzina e diesel.

COMPETITIVITÀ IN CRESCITA

L’ultima edizione del Car Cost Index 2021 di LeasePlan, un’analisi che ha lo scopo di calcolare il costo totale di proprietà (TCO) di un veicolo, inclusi carburante/energia, deprezzamento, imposte, assicurazione e manutenzione in 22 paesi europei, evidenzia come i veicoli elettrici (EV) compatti e di medie dimensioni (segmento B e C) siano oggi competitivi, sul piano dei costi, con i veicoli alimentati a benzina e quelli con motorizzazione diesel nella maggior parte dei paesi europei. Tutto ciò nonostante esistano differenze notevoli tra i diversi Paesi: il costo medio mensile della guida di un veicolo varia tra i diversi paesi europei, passando dai 743 euro al mese in Grecia ai 1.138 euro in Svizzera. In rapporto al PIL, il costo totale di proprietà risulta più elevato per i conducenti in Svizzera e Portogallo e più basso per i conducenti in Danimarca e Germania.

LA CARICA ELETTRICA BATTE LA POMPA

“La carica elettrica è oggi più conveniente rispetto al pieno alla pompa di benzina in quasi tutti i Paesi europei, anche in Italia. di ricarica non saranno numerose quanto i distributori di benzina lungo le strade – dice ancora Gunning – l’Europa non ha alcuna speranza di raggiungere lo zero netto.”

UNA NUOVA NORMALITÀ

Questa opinione è condivisa anche da The Climate Group, un’organizzazione ambientalista no profit britannica, che ha lanciato il programma EV 100 con lo scopo di rendere la mobilità elettrica “nuova normalità” entro il 2030. L’organizzazione ha riunito importanti aziende, impegnate a convertire le proprie flotte all’elettrico e a installare infrastrutture di ricarica in tutte le loro sedi entro quella data. “L’ultimo Car Cost Index di LeasePlan mostra come il passaggio delle flotte aziendali ai veicoli elettrici non è mai stato tanto valido“, ha detto Sandra Roling, responsabile trasporti di The Climate Group. “I trasporti verdi su strada sono una delle maggiori opportunità sia per le imprese che per il clima del nostro pianeta. Attraverso l’iniziativa EV100, abbiamo lavorato con società come LeasePlan. Ogni azienda può e dovrebbe iniziare a convertire la propria flotta”.