È l’auto aziendale a sostenere il mercato

di Gian Primo Quagliano

È L’AUTO AZIENDALE che sostiene il mercato dell’auto nei primi mesi del 2017. Dai dati elaborati dall’Unrae emerge infatti che nel primo quadrimestre dell’anno il mercato dei privati cala dell’1,9%, quello del noleggio cresce del 15,7% e quello delle società addirittura del 35,5%. Una parte importante del merito di questa crescita va certamente al fatto che sono rimasti in vigore nel 2017 i superammortamenti anche se limitatamente agli acquisti di auto destinate ad essere utilizzate come beni strumentali. 

 

Una parte altrettanto importante del merito della crescita del mercato dell’auto aziendale è data però, come emerge dall’ultima inchiesta congiunturale del Centro Studi Promotor, dal marketing aggressivo di Case e concessionari e dal lancio di nuovi modelli decisamente accattivanti. Questa situazione per le aziende comporta due importanti conseguenze. La prima è che, se si sa trattare, si possono ottenere prezzi e condizioni molto favorevoli per acquisire nuove auto per la flotta. La seconda è il fatto che vi è la possibilità di rinnovare profondamente la flotta con modelli decisamente più tecnologici e più efficienti e più sicuri anche rispetto a quelli acquistati solo pochi anni fa. E questo perché l’innovazione tecnologica nel settore dell’auto sta procedendo a grande velocità sostenuta dalla forte crescita del mercato mondiale. 

 

E di quanto sia cambiata e stia cambiando l’auto potranno rendersi conto i fleet manager che il 18 e 19 maggio saranno presenti a Company Car Drive e avranno la possibilità di provare sulla mitica pista di Monza quanto di meglio offre oggi l’industria dell’auto.