È emergenza manutenzione stradale in Italia: consumi di asfalto in calo (-4,7%)

È emergenza manutenzione per le strade del nostro Paese nei primi mesi del 2017. A rivelarlo è l’analisi periodica sullo stato di salute delle strade italiane resa nota dal SITEB – l’Associazione dei costruttori e manutentori delle strade.

Secondo l’Associazione, nel primo quadrimestre del 2017 i consumi di asfalto in Italia sono calati del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2016, anno che nel nostro Paese è stato per i consumi di conglomerato bituminoso il più basso di sempre. E questo, viene sottolineato, nonostante le nostre strade siano in troppi casi dei colabrodo, con pericolose implicazioni per la sicurezza della circolazione.

La situazione, precisa la SITEB in una nota, potrebbe addirittura peggiorare: “In quella che solitamente rappresenta la stagione delle manutenzioni (maggio-settembre), al momento – si legge – i lavori tardano a sbloccarsi, le buche continuano ad aumentare in volume e ampiezza e cresce il numero delle strade ammalorate chiuse al traffico e in cui, per ragioni di sicurezza, entrano in vigore nuove limitazioni alla circolazione e della velocità”.

SITEB stima inoltre che negli ultimi 8 anni si è fatto a meno di investire 10 miliardi di euro in manutenzioni e ora ne occorrono ben 40 per ripristinare in maniera adeguata lo stato di salute delle nostre strade.