DKV, servizi e punti di ricarica per sostenere la mobilità elettrica

Sono più di 20.000 i punti di ricarica per veicoli elettrici che fanno parte, nel nostro Paese, della rete di DKV, che offre anche carte e servizi dedicati a chi vuole elettrificare la sua flotta

“DKV – dice Marco Berardelli, Managing Director di DKV Euro Service Italia – ha lanciato nella seconda metà del 2021 una serie di innovazioni che, siamo certi, andranno a rendere più efficiente e semplice il lavoro dei fleet manager e che avranno importanti risvolti positivi su controllo e contenimento dei costi ed efficienza globale delle flotte. Tra le nostre ultime novità spicca l’espansione del nostro network con 20.000 punti di ricarica in Italia, il lancio della carta ibrida DKV Card+Charge e della carta ecologica DKV Card+Charge Climate e, nel corso del 2022, l’introduzione dei servizi di ricarica elettrica con funzione di ricarica a casa ed al lavoro denominati @home e @work. Fra le novità sule quali puntiamo c’è da sottolineare DKV Live: il nostro sistema di tracciamento e gestione delle flotte che mette il fleet manager nele condizioni di avere tutta la flotta a portata di click. Per quanto riguarda il mondo dei mezzi superiori a 3,5t, il 2022 sarà un anno chiave per la diffusione capillare della nostra soluzione di telepedaggiamento. Infine, importanti novità anche per quanto riguarda la digitalizzazione dei rifornimenti come la funzionalità App&Go, con la quale sarà possibile pagare i propri rifornimenti da smartphone e dematerializzare le carte stesse”.

MARCO BERARDELLI
Managing Director di
DKV Euro Service Italia

LE SFIDE DEL 2022

“L’uscita dalla crisi pandemica è un tema che coinvolge il settore sotto vari aspetti. Il contributo e la lungimiranza di tutti saranno il tema centrale ma è opportuno distinguere fra trasporto persone e merci. Nel trasporto persone, auspichiamo che i provvedimenti restrittivi e strumenti come il Green Pass portino a un rapido ritorno ala normalità. Sul mondo del trasporto merci è innegabile che la carenza di microchip stia rallentando il rinnovamento delle flotte e possa rappresentare una criticità nell’anno a venire”.

MOBILITÀ ELETTRICA

“Per essere protagonisti della transizione ecologica ci siamo mossi su due fronti. Il primo è la rete: attualmente DKV Mobility vanta un ampissimo network di ricarica elettrica con oltre 20mila punti convenzionati in Italia (ovvero il 90% dei punti di ricarica attivi sul territorio nazionale) e oltre 200mila in tutta Europa: questa disponibilità unita ai nostri software e servizi mette nelle condizioni di pianificare percorsi, identificando i punti di ricarica dove servirsi nel percorso. L’ampliamento contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità aziendali che prevedono di diventare ‘climate-positive’ entro il 2023 e ad aiutare i nostri clienti a ridurre l’intensità di carbonio delle loro flotte del 30% entro il 2030. Il secondo fronte è relativo alle soluzioni flessibili che si adattano a flotte ibride: per loro abbiamo introdotto la DKV Card+Charge che è la prima carta che può essere utilizzata sia per veicoli con motore endotermico che a propulsione elettrica. In questo modo si avranno tutti i servizi DKV racchiusi in un’unica carta. Inoltre, la nostra carta Climate neutralizza le emissioni di CO2 facendo viaggiare le flotte aziendali completamente ad impatto zero, e nel 2022 lanceremo le infrastrutture di ricarica elettrica @home e @work”.