Debutta a Bologna “Corrente”, il car sharing 100% elettrico

Si chiama “Corrente” e sarà operativo a partire dal 27 ottobre a Bologna il nuovo car sharing elettrico a flusso libero, realizzato da Tper assieme ai partner Saca e Cosepuri. 

Le auto messe a disposizione per il servizio sono 120 (si tratta di 120 Renault Zoe) che saliranno progressivamente a 240 entro la primavera del 2019. L’area di operatività del servizio copre 45 km, ovvero serve tutti i quartieri della città e si spinge oltre il centro.

 

 

Per accedere alle auto, basterà scaricare una App sul proprio smartphone e individuare un’auto parcheggiata in zona e di quanta autonomia dispone. Sempre con il telefonino si potrà prenotare l’auto, aprirla e accenderla sapendo che si paga solo per il tempo di effettivo utilizzo. 

“Con l’elettrico si delineano le strategie del futuro”, ha spiegato Irene Priolo (Assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Bologna) durante la presentazione di Corrente. “Stiamo passando dal paradigma della proprietà a quello dell’utilizzo e della scelta. Corrente sarà l’innovazione più importante di car sharing”.

 

 

“Bologna e l’Emilia-Romagna sono la dimostrazione di come una forte sensibilità al tema della mobilità elettrica possa tradursi in fatti concreti per la cittadinanza. Ma per noi questo è solo l’inizio. Mi auguro vivamente che questo esempio possa essere replicato in molte altre città”, ha dichiarato Xavier Martinet, Direttore Generale di Renault Italia, ricordando che Renault Zoe è il veicolo elettrico più venduto in Europa ed equipaggia già numerose flotte di car sharing nella principali città, per un totale di 5 mila unità.