Das Auto anche per la professione

di Ermanno Molinari

image Volkswagen presidia con successo sia il mercato dei privati e delle famiglie sia quello, cruciale, dell’auto aziendale. Nel nostro Paese l’obiettivo della Casa di Wolfsburg, grazie ai nuovi modelli ed agli investimenti organizzativi, è quello di crescere ancora. Ne abbiamo parlato con Fabio Leggeri, responsabile flotte e remarketing di Volkswagen Italia.“Il mercato delle auto aziendali – dice Fabio Leggeri – rappresenta circa il 30% dei volumi annuali di vendita totali del brand in Italia, un risultato molto positivo che colloca Volkswagen tra le prime case costruttrici anche nel comparto delle flotte. L’obiettivo è però quello di crescere ulteriormente in tutti i comparti del mercato delle auto aziendali, senza trascurarne alcuno. Attualmente ci stiamo fortemente impegnando, sia in termini di organizzazione che di formazione, per rafforzare la nostra capacità di proposta commerciale nei confronti delle piccole imprese, un settore di mercato con grandi potenzialità di sviluppo”.

Obiettivo piccole imprese
Per affrontare con buone probabilità di successo questa sfida, occorre innanzitutto intensificare le relazioni con le piccole e micro imprese locali, un compito che può essere affrontato con efficacia solo avvalendosi dell’apporto della Rete dei Concessionari Volkswagen che da anni conoscono e sono al servizio delle realtà economiche ed imprenditoriali più significative dei loro territori. “É proprio grazie ai nostri Concessionari – prosegue Leggeri – che possiamo seguire da vicino anche le aziende più piccole. E per qualificare ulteriormente la professionalità del personale di vendita di un primo selezionato gruppo di Concessionari, stiamo attualmente realizzando specifiche attività formative che favoriscano la loro attività di offerta di consulenza, strumenti e servizi a favore delle imprese e delle piccole aziende che vogliono dotarsi di vetture Volkswagen per il loro parco di veicoli aziendali. Inoltre, per sostenere questa attività dei nostri Concessionari, abbiamo anche rafforzato la struttura centrale con nuovi key account il cui compito è proprio quello di affiancare il personale di vendita dei nostri dealer sul territorio”.

imagePassat, regina delle flotte
Se l’investimento formativo ed organizzativo rappresenta un presupposto essenziale della modalità di approccio al mondo delle imprese, l’apporto fondamentale di Volkswagen continua ovviamente ad essere assicurato da un’arricchita gamma di modelli di autovetture particolarmente idonee per l’impiego aziendale. Tra queste la nuova Passat, auto aziendale per eccellenza che dal debutto nel 1973, ha sempre avuto un posto di primissimo piano nelle preferenze delle aziende. “Eletta più volte miglior auto aziendale dell’anno – sottolinea Leggeri – per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e per le sue potenzialità di utilizzo trasversale è tra le vetture preferite di quadri e di dirigenti aziendali che l’apprezzano per la qualità, il comfort di marcia e l’economicità di esercizio. La nuova Passat è in linea sul piano tecnologico con le esigenze e le aspettative delle più evolute car policy aziendali. Il successo commerciale che stiamo riscuotendo è notevole e grazie all’apprezzamento delle aziende, questo consente di consolidare la posizione del nostro brand sul mercato delle flotte”.

Soluzioni per le car policy
Un dovere prioritario per le case automobilistiche è infatti proprio quello di proporre e definire con le aziende stili di car policy che includano modelli, che senza penalizzare prestazioni e qualità, siano innanzitutto ecocompatibili, con consumi ed emissioni contenute, ed in linea con i reali fabbisogni di mobilità aziendale. “Le nostre vetture – dice Leggeri – sono in grado di soddisfare tutti i requisiti di una corretta car policy aziendale. In particolare nel caso della Passat ciò significa: un buon rapporto qualità/prezzo, moderna tecnologia per contenere i consumi e le emissioni inquinanti grazie alle soluzioni BlueMotion Technologies, come lo ”start&stop” e un’evoluta ottimizzazione dei motori. Emissioni e consumi contenuti di Passat, quindi, incidono considerevolmente nella riduzione del cosiddetto total cost of ownership della flotta aziendale, l’indicatore principale del costante monitoraggio dei costi delle auto aziendali da parte dei fleet manager”. C’è poi un altro aspetto, che merita la dovuta evidenza ed è quello del “valore residuo” che Passat è in grado di assicurare nel tempo. In una recente  analisi di Eurotax Glass International, infatti, la nuova Passat si posiziona al primo posto rispetto a modelli concorrenti per entità del valore residuo dopo i primi tre anni di utilizzo aziendale. “É un fattore di grande rilievo – sottolinea Leggeri – per il contenimento dei costi della flotta e che, ad esempio consente anche di stabilire più vantaggiose condizioni del canoni di noleggio a lungo termine di Passat, grazie proprio alle migliori valutazioni in remarketing delle auto a “fine ciclo” di impiego aziendale”.

imageComunicazione diretta con le aziende

Per poter avere un rapporto costante e diretto con il mondo delle aziende Volkswagen utilizza una modalità di comunicazione online che consente di interloquire con rapidità ed efficacia con i fleet manager, i responsabili degli acquisti e gli operatori economici. “Abbiamo infatti arricchito – dice Leggeri – il nostro sito web (www.volkswagen.it)  con una nuova sezione online dedicata alle flotte. L’obiettivo è quello di presentare le nostre vetture e servizi alla clientela business, ma è anche quello di raccogliere richieste di informazioni, contatti e suggerimenti per migliorare il nostro lavoro e  per soddisfare al meglio il cliente. I risultati positivi non si sono fatti attendere, tanto che stiamo per introdurre altre nuove sezioni per facilitare il contatto diretto dei responsabili aziendali della flotta con i nostri key account sul territorio e con il nostro call center, per poter così, ad esempio, richiedere il test drive delle vetture o per partecipare ai nostri eventi per le aziende”.

Pacchetto business per le flotte
Le iniziative di marketing, anche innovative, a favore del mondo delle imprese sono una costante dell’attività di Volkswagen. Per sostenere e rendere ancora più appetibile l’offerta per le aziende della nuova Passat, Volkswagen ha realizzato uno specifico “pacchetto business” che comprende allestimenti e dotazioni di grande qualità tecnologica a condizioni particolarmente vantaggiose. “L’idea – dice Leggeri –  risponde all’esigenza di qualificare al meglio la nostra offerta al servizio del cliente aziendale. Ci siamo infatti chiesti quali siano gli equipaggiamenti importanti e diventati ormai quasi indispensabili per  migliorare il comfort e la sicurezza di chi, per uso aziendale, percorre tanti chilometri. Il risultato è stato quello di individuare uno specifico “pacchetto business” composto dal navigatore satellitare, il bluetooth per il telefono, l’ingresso Usb, il display con computer di bordo premium, il sensore che controlla la pressione delle gomme, il regolatore di velocità ed il volante multifunzione offerto a 1.550 euro, con un risparmio, quindi, a vantaggio del cliente finale del 37%”.

Lascia un commento