Dacia Duster TCe 100, l’alfiere del brand

di Paolo Dotti

Prima dote il favorevole value for money. Racchiude tutti i valori del marchio romeno parte del gruppo Renault. Trazione integrale accessibile. Soltanto motori turbo.

Marchio giovane – compie 15 anni quest’anno – Dacia è l’autentico fenomeno dell’industria automobilistica del nuovo secolo. Portato a nuova vita dalla Renault, al brand romeno è stata all’inizio assegnata una missione molto delicata e impegnativa: introdurre il concetto low cost nel mondo dell’automobile, un obiettivo pienamente centrato visto che a tutt’oggi Dacia ha venduto 6,4 milioni di unità, 500mila delle quali in Italia.

Di low cost, quello, tanto per capirci, in stile Ryanair, in casa Dacia non si può più parlare da tempo perché l’ultima generazione dei modelli del brand non sono più spartani come quelli degli esordi, drammaticamente essenziali e poco curati sotto il profilo stilistico. Certo, anche i prezzi sono cresciuti, ma rispettando un rapporto qualità/prezzo molto favorevole per il cliente, una strategia che ha largamente premiato il marchio e le sue vetture.

DUSTER, L’ALFIERE DEL MARCHIO

Emblematica della profonda evoluzione delle automobili Dacia è senza dubbio Duster, un C-Suv che ha già conquistato 206mila clienti in Italia dove, lo scorso anno, è stata l’auto straniera più venduta. Nella stragrande maggioranza dei casi i clienti di Dacia provengono dal settore privato, ma la gamma attuale, con Duster in testa, ha le carte in regola per crescere anche nel settore business inserendosi in flotte pubbliche e private con un’offerta di motorizzazioni che include propulsori a benzina, diesel e a Gpl.

E la gamma, nel 2021, si arricchirà di un modello full electric anticipato dal concept Spring, un crossover che punterà, come è nella natura del marchio, a offrire la mobilità elettrica a un prezzo accessibile. I motori elettrici, come quelli endotermici della gamma attuale, non sono specifici per le Dacia, come accadeva nei primi anni, ma appartengono alla grande famiglia di propulsori dell’Alleanza Renault – Nissan – Mitsubishi. All’ampia offerta di motorizzazioni Duster aggiunge un design che ha raggiunto la piena maturità e una personalità ben precisa che lo rende immediatamente riconoscibile attraverso particolari come la griglia frontale e le luci posteriori. Definito da linee sinuose, prive di spigoli, con i muscoli al punto giusto, Duster è caratterizzato da un buon equilibrio delle proporzioni. Perfettamente centrate nel segmento le dimensioni: 4,34 metri di lunghezza, 1,82 di larghezza (valore che lo fa apparire ben assettato sulla strada) e 1,70 di altezza, mentre il passo raggiunge 2,67 metri, sufficienti a garantire un abitacolo spazioso.

INTERNI RAZIONALI E FUNZIONALI

Abbandonato il minimalismo quasi esasperato degli esordi di Dacia, per Duster i designer del brand hanno realizzato interni dalle linee pulite e piacevoli. Salendo a bordo si percepisce la ricerca della qualità nei materiali utilizzati e si apprezza l’ergonomia che ha ispirato la collocazione dei vari comandi che fa sentire al guidatore di avere tutto sotto controllo grazie anche alla posizione correttamente rialzata tipica dei Suv. Il sedile del guidatore è regolabile in altezza e a livello lombare e il volante può essere regolato in altezza e profondità: non è dunque difficile trovare la propria posizione di guida ideale.

L’abbondanza di spazio disponibile a bordo ha permesso di realizzare numerosi vani portaoggetti, ampi e facili da raggiungere. Al comfort contribuisce il climatizzatore automatico con comandi classici, facili da utilizzare. Per un facile accesso a bordo Duster è dotata del sistema Keyless Enter che permette di tenere la chiave in tasca, anche nell’avviamento del motore. La piattaforma multimediale di navigazione e infotainment supporta Android Auto e Apple CarPlay. Comodo per cinque adulti, Duster vanta un bagagliaio molto capiente (445 litri) e ben sfruttabile grazie alle forme squadrate. Fra le dotazioni di sicurezza troviamo cruise control con limitatore di velocità, ABS con frenata di emergenza, ESP+ASR, Blind Spot per il monitoraggio dell’angolo cieco e il sistema Multiview camera formato da quattro telecamere.

IL TURBO PER TUTTI I MOTORI

Con l’arrivo del propulsore TCe 100 a benzina Duster dispone ora di una gamma formata esclusivamente di motori sovralimentati con turbocompressore, un altro segnale dell’evoluzione del brand romeno del gruppo Renault. Questa nuova unità è un mille a tre cilindri che fa tesoro delle ultime novità tecnologiche sviluppate dall’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Fra queste il turbocompressore con wastegate a comando elettrico, il collettore di scarico parzialmente integrato alla testata, la distribuzione a singola fasatura variabile idraulica in fase di aspirazione e, infine, un rivestimento specifico in acciaio dei cilindri. Il nuovo TCe 100 è dunque un motore di nuova generazione che introduce miglioramenti significativi a livello di performance e di consumi che si riducono del 15% rispetto al SCe 115 che ha sostituito. Duster, equipaggiato del nuovo motore, abbinato soltanto alla trazione anteriore e gestito attraverso un cambio manuale a cinque marce, si muove agile nel traffico, ha una buona ripresa ed è particolarmente silenzioso.

ANCHE 4X4

Duster è un Suv autentico e non mancano nella gamma le versioni a trazione integrale, a benzina e diesel, che ne esaltano le qualità fuoristradistiche e accrescono la sicurezza di marcia su fondi a bassa aderenza. L’integrale di Duster comprende l’hill start assist e l’hill descent control, oltre al 4×4 Monitor che consente l’accesso alla bussola e alle informazioni sugli angoli di rollio e di beccheggio.

Il motore al quale è stata da poco abbinata la trazione integrale è il moderno 1.3 TCe nelle versioni da 130 e 150 CV, propulsori potenti e brillanti, ideali per affrontare l’off road. Le versioni 4×4 sono quelle che si pongono al vertice del listino di Dacia Duster che parte da 12.400 euro (TCe 100 4×2 Access) e sale fino a 21.200 euro (1.5 Blue dCi 115 4×4 15th Anniversary). Il nuovissimo Dacia Duster TCe 100 ECO-G con propulsore a Gpl è proposto a prezzi che vanno da 14.150 a 17.550 euro.