Dacia, al via nel 2022 il piano di elettrificazione

Nell’era dell’elettrificazione anche Dacia apre la strada alla produzione di modelli ibridi ed elettrici.

È tempo di elettrificazione anche per Dacia, che tra il 2022 e il 2023 prenderà la sua strada in questa direzione. La notizia è quella che di recente è stata rivelata in un’intervista per Automotive News da Philippe Buros, che per il Gruppo Renault si occupa della gestione del mercato europeo.

La gamma di Dacia sarà elettrificata gradualmente, mantenendo la stessa filosofia di vetture a prezzi contenuti, e soprattutto verrà proposta per rispettare i nuovi limiti di emissioni. La tecnologia sarà quella ibrida ed elettrica di Renault, ma sarà disponibile appunto solo tra il 2022 e il 2023 e cioè quando, secondo le previsioni, il prezzo di listino sarà allineato con la strategia del marchio. Dacia vorrebbe arrivare a proporre le sue auto ad un prezzo inferiore di circa il 20% rispetto alla concorrenza. Per questo serve più tempo, per aspettare che i costi di produzione siano ammortizzati dalla vendita dei veicoli Renault.

Dacia, il piano di elettrificazione parte nel 2022

Philippe Buros ha dichiarato in proposito: “Quando Dacia ha iniziato a crescere, la maggior parte dei nostri clienti in Francia viveva in zone rurali, ma oggi abbiamo molti acquirenti in città come Parigi. Vorranno una Dacia elettrica. Ma ne vorranno una meno costosa di una Renault elettrica”.

Al momento non si sa se si tratterà di elettrificare uno dei modelli già esistenti nella gamma della casa rumena oppure di lanciare un veicolo completamente inedito. Ci sono però indiscrezioni che ipotizzano che ad arrivare anche in Europa sarà una versione Dacia della Renault City K-ZE, auto elettrica pensata al momento per il mercato cinese