Cupra Formentor, sportiva ed efficiente

di Gianluca Covini

Un design unico, quattro ruote motrici e 900 km di autonomia. Nonostante l’aspetto sportivo, Formentor 2.0 TDI 4Drive DSG ha un assetto di base votato al comfort

Il brand Cupra è nato nel 2018 con l’obiettivo di plasmare automobili esclusive dall’anima sportiva, sulla base delle vetture della casa madre Seat. Il nome Cupra deriva infatti dalla fusione delle parole “Cup” e “Racer”, oltre a richiamare il nome latino “Cuprum” (rame), il cui colore caratterizza molte finiture estetiche dell’auto. La Formentor, invece, prende il nome dal promontorio di Formentor sull’isola spagnola di Maiorca, una delle zone più selvagge e belle delle Baleari; sono proprio questi attributi che si prestano a descrivere il carattere e la personalità del crossover di Cupra. Nata nel 2020, si tratta del primo modello interamente ideato dal Brand. SUV compatto lungo meno di 4,5 metri, progettato sullo stesso pianale MQB Evo della Leon, è disponibile a benzina, ibrido benzina, oppure diesel. Quest’ultima motorizzazione è protagonista della prova di Auto Aziendali Magazine.

SPORTIVA E ACCATTIVANTE

La caratteristica che più sorprende di Formentor è il suo aspetto, sportivo e accattivante, unico sul mercato. La scocca è bassa (1511 mm) e larga (1839 mm), con un cofano anteriore lungo e pronunciato, le cui modanature si intravedono anche dall’abitacolo. Vista lateralmente, spiccano la linea di cintura alta e la piega che corre rettilinea appena sotto la finestratura, per poi formare una virgola sopra al passaruota posteriore. Grazie ai cerchi da 19” gommati 245/40 R19, i grandi vani ruota sono visivamente ben coperti, ma non sfigura anche quando si montano cerchi più piccoli. Dietro, come sulla Leon, spicca la striscia LED che attraversa da parte a parte la scocca e la scritta Cupra fa bella mostra sotto il logo color rame. Sulla calandra e sul volante si staglia il nuovo logo Cupra, composto dal simbolo a forma di X con le code inferiori allungate e quelle superiori piegate.

RICERCATA DENTRO

Dentro, la cura dei dettagli è maniacale, con tante finiture color rame, come sule razze del volante e attorno alle bocchette dell’aria. C’è spazio abbondante per cinque persone, mentre il bagagliaio ha una capienza di 420 litri. Il sistema di infotainment, proiettato sul dashboard digitale da 10” e sul display centrale touchscreen da 12”, è ricchissimo di informazioni ed è personalizzabile, con comandi vocali e gestuali. Sono invece praticamente assenti i tasti fisici, sostituiti da quelli tattili, anche per quanto riguarda il comando del clima e del volume della radio. La semplicità e l’eleganza degli interni sono ottenute anche grazie alla tecnologia di trasmissione DSG shift-by-wire, comandato da una leva elettronico di dimensioni ridotte, crea più spazi all’interno dell’abitacolo. Cupra Formentor può anche essere configurata anche con il sistema audio BeatsAudio, che include 10 altoparlanti premium con un amplificatore da 340 W di potenza e un bass box da 10 litri situato nel bagagliaio.

DIESEL PER LE FLOTTE

La scelta della motorizzazione giusta è sempre difficile, soprattutto quando, come nel caso di Cupra Formentor, sono tanti i powertrain disponibili. Ma se si vuole approcciare al diesel, sicuramente la più apprezzata nell’utilizzo business, il 2.0 diesel da 150 CV è l’unica versione disponibile, abbinabile a un cambio manuale con due ruote motrici, oppure con cambio automatico DSG 7 marce e trazione integrale. Si tratta di un’unità a 4 cilindri in grado di esprimere 340 Nm di coppia, senza alcuna elettrificazione, con ottime doti di silenziosità ed elasticità. Abbinato al DSG 7 marce, la ripresa è sempre brillante e quando si viaggia a 130 km/h il motore scende a 1900 giri al minuto. Ciò consente di ridurre i consumi specialmente in autostrada, arrivando a percorrere fino a 17 km/l (6 l/100 km). Considerando i 55 litri di capienza del serbatoio, significa che si possono superare i 900 km con un pieno di gasolio. La presenza delle quattro ruote motrici con ripartitore elettronico di coppia tra i due assali e la modalità di guida specifica “Offroad” consentono di affrontare in serenità anche tratti offroad o percorsi innevati. Le altre modalità selezionabili sono Comfort, Sport, Cupra (se presente nell’allestimento) e Individual.

COMFORTEVOLE NEI LUGHI VIAGGI Nonostante l’aspetto sportivo, Formentor 2.0 TDI 4Drive DSG ha un assetto di base votato al comfort. Lo sterzo è più leggero e meno diretto rispetto alla Leon, ed è adatto alle lunghe percorrenze. I sedili sono dotati di una buona imbottitura per non affaticare il guidatore e i passeggeri. Se sono presenti le sospensioni elettroniche adattive DCC, si possono anche irrigidire gli ammortizzatori elettronici, rendendo Formentor molto efficace tra le curve, con un comportamento reattivo e piacevole. Per accrescere il livello di comfort è presente anche un climatizzatore Climatronic a tre zone, la funzione di riscaldamento da parcheggio, sedili e volante riscaldati, e un caricabatterie da 230 V posizionato nel bagagliaio.

AI VERTICI NELLA SICUREZZA

Il pacchetto di tecnologie per la sicurezza e il comfort rendono Formentor uno dei veicoli più sicuri del segmento. I sistemi di bordo utilizzano i dati forniti sia dai sensori integrati nel veicolo sia da informazioni provenienti da fonti esterne, tra quelli troviamo il Predictive Adaptive Cruise Control (ACC), il Travel Assist, il Side and Exit Assist e l’Emergency Assist. Il sistema Predictive ACC è in grado di posizionare il veicolo in base al percorso e ai dati GPS, consentendogli di correggere la sua velocità in base al tracciato stradale da percorrere: curve, rotatorie, incroci, limiti di velocità e centri abitati. Inoltre, utilizzando l’input della telecamera anteriore e il riconoscimento dei segnali stradali, può regolare la velocità del veicolo quando cambiano i limiti. La funzione Travel Assist utilizza le informazioni dell’ACC e del Lane Assist per mantenere attivamente il veicolo al centro della corsia e adattare la velocità al flusso del traffico, fornendo una guida assistita a velocità fino a 210 km/h. La tecnologia Side and Exit Assist rileva gli ostacoli negli angoli ciechi e fornisce un avviso acustico se qualcuno o qualcosa si sta avvicinando. Una delle maggiori novità è infine l’introduzione dell’Emergency Assist, che assicura che il conducente rimanga concentrato sulla guida e non venga distratto, utilizzando avvisi visivi e acustici. Se non vi è alcuna reazione da parte del conducente, il sistema può attivare scosse di frenata, ma anche arrestarsi completamente attivando i servizi di emergenza con il sistema eCall.