Crisi dei chip, allarme di Aniasa: “Mancano le auto a noleggio”

L’Associazione denuncia le forti difficoltà degli operatori nell’inserire nuovi veicoli in flotta e invita quanti si sposteranno nel break di Pasqua a prenotare per tempo

La crisi dei chip e l’assenza di prodotto ha ridotto in modo sensibile il numero di vetture disponibili in flotta per gli operatori dell’autonoleggio. I turisti che quest’anno stanno pianificando le proprie vacanze per i giorni di Pasqua dovranno prenotare la vettura per tempo, solo così potranno assicurarsene la disponibilità”.

L’allarme arriva da Aniasa, l’Associazione che in Confindustria rappresenta i servizi di mobilità.
Il break di Pasqua è da sempre primo picco stagionale per i turisti. Quest’anno, complice il
progressivo calo dell’ondata pandemica
e il venir meno dello stato di emergenza, molti italiani stanno pianificando le proprie vacanze per quei giorni. Ma rischiano di non trovare abbastanza veicoli da noleggiare.

L’IMPATTO DELLA CRISI DEI CHIP

“Un nuovo ostacolo potrebbe però arrivare al momento di prenotare la propria vettura a noleggio – avverte Aniasa – La “crisi dei chip” in corso da quasi un anno ha, infatti, rallentato sensibilmente la produzione e disponibilità sul mercato di veicoli, tanto per i privati quanto per le società di noleggio a breve termine”.

“POCHI MEZZI PER I TURISTI”

“Il paradosso”, evidenzia Giuseppe Benincasa – Direttore Generale Aniasa, “è che il settore, già
duramente colpito dalla pandemia (-50% dei noleggi nel 2021 vs 2019), si trova ora alla vigilia della
stagione turistica che potrebbe fornire una boccata d’ossigeno agli operatori, ma purtroppo con una
flotta assai meno numerosa di quanto ci si potesse attendere
. Si rischia quindi di non poter
accontentare tutte le richieste dei turisti”.