Cresce il noleggio a lungo termine a privati

Secondo la prima analisi sul fenomeno pubblicata dall’UNRAE, nell’ultimo trimestre 2021 il 15,5% dei NLT di auto è andato a privati

Il Noleggio a lungo termine è in crescita tra i privati. Lo segnala l’UNRAE, l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri, che ha pubblicato un’analisi – realizzata per la prima volta – per indagare su un fenomeno che negli ultimi anni sta assumendo dimensioni sempre più rilevanti.

IL NLT SEMPRE PIÙ PREFERITO ALL’ACQUISTO

Sono infatti sempre di più gli utilizzatori privati che preferiscono il noleggio a lungo termine rispetto all’acquisto in proprietà, scegliendo quindi di avere un canone fisso mensile che comprende anche le principali spese di gestione. In particolare, nell’ultimo trimestre del 2021 dei 135.346 contratti di noleggio a lungo termine registrati il 15,5% (circa 21.000) è stato destinato ad un utilizzatore privato.

PRIMEGGIA IL DIESEL, MA L’ELETTRICO AVANZA…

Con il 38,1% delle preferenze il diesel è la motorizzazione prescelta dai privati che prendono le auto a noleggio, segue il motore a benzina con il 20,9%. A poco più di un punto percentuale di distacco si posizionano le ibride (19,5%), rilevante la quota di plug-in, al 9,6% e delle elettriche al 7,8%.

A livello geografico, il noleggio a lungo a privati supera il 45% di penetrazione sul totale NLT in Calabria; seguono Puglia e Molise con oltre il 30%. Il Trentino-Alto Adige si colloca all’ultimo posto con l’1%.