Coronavirus, ecco il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti

Dopo il nuovo decreto del presidente del Consiglio del 22 marzo, cambia il modello di autocertificazione per gli spostamenti.

Cambia il modulo per l’autocertificazione dei cittadini che intendono fare spostamenti. Il nuovo modello contiene una nuova voce con la quale l’interessato deve “autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus COVID-19”.

Il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare all’autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

SCARICA IL NUOVO MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE

Per quanto riguarda i motivi, restano le  “comprovate esigenze lavorative“, i “motivi di salute” e la “situazione di necessità“, mentre la voce “assoluta urgenza” sostituisce quella del “rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”, in quanto viene recepito il dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all’altro.

Infine rimane la “situazione di necessità” per spostamenti all’interno dello stesso comune, come già previsto dai Dpcm dell’8 e del 9 marzo.