Coronavirus, Anfia: “Resistere e preservare il settore automotive”

Anfia chiede il sostegno della filiera automotive italiana relativamente all’attuale emergenza Covid-19.

Resistere e proseguire nello sforzo per preservare la competitività internazionale di un settore di punta dell’economia italiana, fiduciosi che, passata la tempesta, si potranno cogliere i frutti dell’impegno dimostrato in questi giorni difficili. Lo chiede l’Anfia in un manifesto diffuso in rappresentanza della filiera automotive italiana, relativamente all’attuale emergenza Covid-19, tra tutti gli attori del sistema produttivo che l’associazione rappresenta.

Nel manifesto l’Anfia ringrazia gli imprenditori del settore, ma anche “le maestranze e gli impiegati di queste imprese, che stanno lavorando nel rispetto delle misure straordinarie, in smart working o negli stabilimenti, rendendo possibile il mantenimento in attività degli impianti produttivi e delle altre funzioni aziendali. Un grazie anche ai sindacati, per la flessibilità dimostrata nell’accogliere queste condizioni di lavoro, consapevoli di trovarsi di fronte a una situazione inedita per tutti gli operatori”.

Infine, l’Anfia ringrazia il presidente del Consiglio e il governo “per la responsabilità e la serietà con cui si stanno facendo carico di decisioni non facili per salvaguardare la salute dei cittadini e, al tempo stesso, garantire un futuro al Paese una volta superato il momento critico”.