Con la guida autonoma meno auto, incidenti ed emissioni inquinanti

Secondo lo studio “Self-Driving Vehicles, Robo-Taxis and the Urban Mobility Revolution”, condotta dalla Boston Consulting Group, le auto a guida autonoma porteranno una serie di cambiamenti radicali nel modo di vivere la città nel prossimo futuro. Innanzitutto, secondo l’analisi, aumenterà il numero di vetture utilizzate in modalità di car sharing, possibilmente a trazione elettrica, con una conseguente diminuzione del numero di auto private in circolazione (-60%). Ciò comporterà anche un aumento degli spazi disponibili per i parcheggi. Inoltre si ridurrà il numero di incidenti stradali (si calcola circa il 90%) e il livello di emissioni inquinanti (-80%) grazie all’aumento delle auto ad alimentazione alternativa.

Nonostante i progressi fatti negli anni, l’opinione pubblica appare però ancora divisa sul tema dell’auto a guida autonoma. Da un recente sondaggio effettuato da Bcg e World Economic Forum su un campione di 5.500 persone, è infatti emerso che il 58% degli intervistati non avrebbe problemi a salire a bordo di un veicolo a guida autonoma, ma il 69% salirebbe su una macchina che lo è parzialmente.