Citroën Berlingo, tra van e auto

di Piero Evangelisti

La categoria automobilistica “Multispazio o Mpv” è relativamente giovane, poco più che ventenne. La sua nascita coincide con il lancio del primo Citroën Berlingo nel 1996, un van destinato al trasporto delle merci e delle persone, che per primo presentava il vano di carico integrato con l’abitacolo, aprendo la strada a una nuova concezione dello spazio a bordo, che cresceva in funzionalità e versatilità. Dal ’96 ad oggi di Berlingo, fra van puri e Mpv, ne sono stati costruiti 1,5 milioni di pezzi. Da questo traguardo inizia il suo cammino la terza generazione che è da poco entrata nelle concessionarie

 

 

Una partenza vincente

Nuovo Berlingo si presenta al pubblico con un prestigioso biglietto da visita, il titolo di Van of the Year 2019 assegnatogli in settembre al Salone dei veicoli commerciali di Hannover, il massimo riconoscimento della categoria che ha condiviso con Partner/Rifter di Peugeot e Combo di Opel, la marca tedesca che da poco più di un anno è entrata a far parte del Gruppo Psa. L’assegnazione ai tre veicoli è legata al fatto di essere realizzati sulla stessa piattaforma, la versatile e moderna EMP2 del gruppo transalpino sulla quale è costruita anche la nuovissima Peugeot 508, l’ammiraglia della Casa del Leone, campionessa di comfort, tenuta di strada e maneggevolezza. Molte quindi sono le parti comuni ai tre van ma ciò non impedisce che essi siano molto diversi sotto tanti profili e che attraverso design, allestimenti, finiture e tecnologie imbarcate conservino una precisa identità di marca

 

L’originalità tipica di Citroën

Con nuovo Berlingo, Citroën prosegue nel percorso di riposizionamento del brand, un processo incardinato su design e comfort, valori storici della Marca che vengono ora ripresi con più vigore. Berlingo sfodera infatti un look originale, sempre più distante da quello di un van, con proporzioni che ricordano quasi quelle di un crossover. La grande novità portata dalla terza generazione è la disponibilità di due lunghezze, M e XL, rispettivamente di 4,40 e 4,75 metri per 5 o 7 persone a bordo.

Esternamente nella silhouette del nuovo Mpv si notano il parabrezza spostato in avanti e un cofano più corto e più alto; il frontale è caratterizzato da un marcato family feeling mentre gli inserti applicati nella parte bassa delle portiere rendono la linea laterale molto fluida. Le rinnovate forme esterne non hanno penalizzato lo spazio e la funzionalità dell’abitacolo, elementi fondamentali per un multispazio, e basta un primo colpo d’occhio salendo a bordo per capirlo. Delle quattro portiere le due posteriori sono ad apertura scorrevole e per la prima volta – fatto praticamente unico – non hanno i vetri fissi ma cristalli ad apertura elettrica, una soluzione che ha richiesto un notevole impegno da parte dei designer ma che accresce il comfort e il benessere a bordo. 

Guarda il video: CITROËN BERLINGO – PROVA SU STRADA

 

 

Comfort e funzionalità

Una volta partiti per il nostro viaggio di prova al volante di un Berlingo M BlueHDi da 100 cv la prima cosa che si percepisce è lo spazio che abbonda in ogni direzione accompagnato da una posizione di guida che consente un’ottima visibilità. La seduta è comoda come quella di una berlina perché su Berlingo c’è soltanto la funzionalità a ricordarci che esiste la versione van per il lavoro. Il design è lineare, pulito, per una plancia dove non manca nulla con strumenti ben leggibili e comandi ergonomici, a cominciare dalla leva del cambio manuale a 5 marce.

Ci si sente a casa, con tutto a portata di mano perché nell’abitacolo sono ricavati 28 vani portaoggetti “intelligenti” che hanno una capienza complessiva di 186 litri. Resta intatta l’impagabile funzionalità del tetto Modutop che è stato ridisegnato ma che conserva i pratici contenitori integrati. I volumi destinati al carico variano in funzione della versione: per la M a 5 posti vanno da 597 a 983 litri, per il Berlingo lungo (XL) da 850 a 1.538. Caricare oggetti poco ingombranti, come, ad esempio, le sporte della spesa, è facilissimo perché il generoso portellone ha il lunotto apribile. 

 

 

In marcia

Come accennato il Berlingo di ultima generazione utilizza la nuova piattaforma EMP2 di Psa, ma soltanto per quanto riguarda l’asse anteriore che risulta di eccellente manovrabilità, mentre per il posteriore viene ancora usata la collaudata Berlingo Multispace, più efficace nella zona interessata al carico. La combinazione è sicuramente riuscita perché Berlingo è maneggevole, grazie anche al servosterzo elettrico, e il collegamento a terra è ben equilibrato.

Il comfort sarà sicuramente una delle sue carte vincenti perché guidarlo è in ogni momento un’esperienza piacevole, merito anche del propulsore 1.5 litri turbodiesel BlueHDi (Euro 6.2) che eroga 100 cv di potenza massima, più che sufficienti per una guida che se si vuole può essere dinamica. La coppia di 250 Nm a 1.750 giri/min rende Berlingo molto elastico, agile nel traffico cittadino, per una marcia che riduce al minimo il ricorso alla leva del cambio. Per il suo nuovo Mpv Citroën mette a disposizione anche la nuova trasmissione automatica EAT8 a doppia frizione ma soltanto in abbinamento al motore più potente da 130 cv Start&Stop. 

 

 

Parsimonioso, assistito e connesso 

L’utilizzo aziendale di Berlingo in versione van è ovviamente un fatto naturale, ma anche l’Mpv può rivelarsi un’intelligente business car economica nei consumi (il 100 cv, montato sulla versione M, ha un consumo medio di 4,3 l/100 km con 114 g/km di Co2 emessi), confortevole nei lunghi viaggi e sicura grazie ai numerosi dispositivi di assistenza alla guida. Sono ben 19 le tecnologie Adas tra le quali: Color Head Up display, regolatore di velocità adattativo con funzione Stop, freno di stazionamento elettrico, telecamera di retromarcia con Top Rear Vision, Grip Control con Hill Assist Descent o controllo della stabilità del rimorchio.

Sono invece quattro le tecnologie dedicate alla connessione: Ricarica wireless per Smartphone, funzione Mirror Screen con Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink, Citroën Connect Nav (navigazione 3D connessa con riconoscimento vocale), Citroën Connect Box con Pack Sos e assistenza inclusi. A completare la gamma dei motori di nuovo Berlingo ci sono un benzina PureTech da 110 cv e un turbodiesel da 75 cv. Sono tre i livelli di allestimento tra i quali scegliere – Live, Feel e Shine. Il listino prezzi di Berlingo BlueHDi 100, Mpv con carrozzeria M, parte da 21.450 euro