“Circular Mobility”, il nuovo paradigma di SIFÀ per supportare crescita e innovazione

 

“Circular Mobility” è il nuovo paradigma di SIFÀ nato per supportare la crescita e l’innovazione della società di noleggio a lungo termine. L’obiettivo è cambiare l’approccio alla mobilità.

Al via “Circular Mobility”, un progetto strategico e paradigma innovativo promosso da SIFÀ (Gruppo BPER) che rappresenta la cornice dentro la quale si collocano tutte le iniziative di mobilità sostenibile e di Corporate Social Responsibility realizzate in Azienda (www.circularmobility.it).

Cambiare l’approccio alla mobilità, promuovendo l’adozione di pratiche più responsabili, è infatti l’obiettivo strategico di SIFÀ sin dalla sua fondazione: a partire dall’analisi delle nuove abitudini connesse ai trasporti nonché delle evoluzioni a cui le città, così come gli spazi extra-urbani, stanno andando incontro per favorire spostamenti sempre più sostenibili; sino a fornire, alla luce di questa disamina, risposte e soluzioni adeguate ai clienti.

Paolo Ghinolfi, AD di SIFÀ
Paolo Ghinolfi, AD di SIFÀ

UN PROGETTO DI CSR PER CAMBIARE LE REGOLE DELLA MOBILITÀ

L’emergenza sanitaria ha accelerato un cambiamento culturale che era già un trend in ascesa negli ultimi anni. L’interesse verso una mobilità più sostenibile è concreto e trova riscontro nell’incremento esponenziale di richieste sul mercato di veicoli ibridi ed elettrici anche nel Noleggio a Lungo Termine.

SIFÀ in quest’ambito è stata pioniera e il lancio del paradigma innovativo della “Circular Mobility” lo certifica in modo eloquente, come tiene a precisare Paolo Ghinolfi, AD di SIFÀ: “Il nostro impegno in ambito di Responsabilità Sociale d’Impresa ha trovato il suo punto più alto con il progetto Circular Mobility, che per noi rappresenta un grande contenitore di iniziative nell’ambito della mobilità sostenibile e innovativa che si ispira ai principi dell’economia circolare, con lo scopo principale di non disperdere i materiali di scarto del prodotto a fine vita ma di immetterli nuovamente nel circolo dell’attività produttiva”.

“In SIFÀ – continua Ghinolfi – puntiamo molto in particolare a fornire adeguati strumenti e risorse a tutti i nostri dipendenti e collaboratori, e a loro abbiamo riservato un percorso di formazione ad hoc su questo nuovo modello di business, pianificando cicli di incontri con docenti universitari e specialisti del settore. A seguire, l’obiettivo dell’azienda è quello di proporre una serie di progetti concreti sia al mercato dell’automotive sia alle Istituzioni con lo scopo di raggiungere dei risultati efficaci negli anni a venire”.

“Stiamo lavorando – aggiunge Ghinolfi – a 360° a più livelli, sui combustibili, sui nuovi sistemi di alimentazione, approfondendo anche nuove forme come l’idrogeno che probabilmente sarà il protagonista dell’evoluzione tecnologica nei prossimi anni. Sulla mobilità elettrica, come azienda di noleggio ci poniamo come consulenti dei nostri clienti, suggerendo l’adozione di veicoli elettrici per esigenze di utilizzo nei contesti urbani senza dimenticare che ad oggi il maggiore deterrente resta l’assoluta carenza di reti di ricarica sul territorio nazionale”.

Approfondisci: SIFÀ – Speciale 2021

L’INIZIATIVA “CIRCULAR MOBILITY CHALLENGE”

Come anticipato da Paolo Ghinolfi, “Circular Mobility” coinvolge in primis tutti i dipendenti e collaboratori di SIFÀ rendendoli protagonisti e primi ambasciatori dell’iniziativa. I percorsi formativi interni che hanno coinvolto tutta l’azienda sono stati realizzati con la partecipazione di importanti figure del mondo accademico, nella fattispecie il Professor Augusto Bianchini, Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Bologna, che coordina un Gruppo Tematico di Ateneo su Climate Resource Efficiency presso lo stesso Ateneo, e Luca Ciacci, Ricercatore e docente presso il Dipartimento di Chimica Industriale dell’Università di Bologna.

Inoltre, per stimolare la creazione di idee in ambito mobilità sostenibile e innovativa, è stato concepito per i dipendenti il contest “Circular Mobility Challenge” finalizzato a trasformare queste idee in nuove opportunità di business. Le soluzioni proposte saranno analizzate da un Comitato di Valutazione interno, che selezionerà le quattro più in linea con le strategie aziendali.

Leggi anche: SIFÀ, un 2020 in forte crescita nonostante la pandemia