Boom del carsharing in Italia: +21% di iscritti nel 2017

Nel 2017 le attività di carsharing hanno registrato, in linea con l’anno precedente, una crescita molto rilevante del numero di utenti. L’aumento ha riguardato sia gli utenti iscritti ai servizi offerti dei singoli operatori (+21% rispetto al 2016), sia gli utenti realmente attivi (almeno 1 noleggio negli ultimi 6 mesi), che sono saliti del 38% rispetto al 2016.

I primi hanno superato 1,3 milioni, i secondi hanno raggiunto le 820.000 unità. Le città in cui l’auto condivisa è maggiormente diffusa sono Milano e Roma con, rispettivamente, 3.100 e 2.100 vettura in flotta, subito seguite da Torino e Firenze

 

 

A rivelare questi è dati è la 17° edizione del Rapporto Aniasa (l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità), presentata ieri a Milano.

Complessivamente, il parco veicoli dei principali operatori di free floating (flusso libero) è cresciuto del 9%, circa 500 vetture in più, mentre il numero dei noleggi è salito del 7%, superando i 7 milioni e confermando che il fenomeno del car sharing continua a diffondersi.  

 

Articoli correlati: