BMW Serie 5 Touring: spazio, lusso e tecnologia

di Paolo Dotti

Ci sono momenti per esempio come dopo aver visitato il recente Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte – in cui ci si chiede come facciano a resistere le station wagon di fronte allo tsunami degli Sport Utility Vehicle, sempre più numerosi e agguerriti in tutti i segmenti di mercato, mainstream e premium. Eppure ci sono modelli che resistono imperterriti portando avanti il concetto SW. Come la Bmw Serie 5 Touring (siamo alla quinta serie), fiore all’occhiello fra le ammiraglie di Monaco che, già in casa, deve vedersela con una formidabile famiglia di “X”, gli Sport Activity Vehicle, i SAV di Bmw. 

 

 

Design, lusso e funzionalità 

Oggi le chiavi del successo di una station wagon rimangono lo spazio e la funzionalità, alle quali va aggiunto un design capace di conquistare con doti di eleganza e leggerezza. Lunga 4,94 metri, larga 1,87 ma alta soltanto 1,50 m (valore che incide sulla linea sportiva del modello) e fornita di un passo di quasi tre metri, la nuova Serie 5 Touring ha una linea snella con un lunghissimo cofano che termina in un frontale dove i classici “reni” del brand hanno un peso discreto a favore di importanti gruppi ottici sottili e allungati. 

 

L’esperienza a bordo 

Per la nostra prova abbiamo scelto la 520d, la versione equipaggiata del due litri turbodiesel da 190 CV (andare oltre, per un’azienda, si tradurrebbe in un significativo aumento di costi del TCO). Il volante ci dice subito che siamo su una Bmw alto di gamma; dietro compaiono i paddle per gestire la trasmissione automatica a otto rapporti. Superfluo dire che la qualità – per materiali e assemblaggio – è di altissimo livello, secondo tradizione. Al centro della plancia c’è il nuovo schermo da 10,3” di tipo touch ma che, volendo, può essere controllato anche attraverso la manopola sul tunnel che molti ritengono il sistema più sicuro. Ancora prima di partire si apprezza la seduta allungata – che ci fa sentire un tutt’uno con l’auto, sempre in controllo – e uno schienale avvolgente. Il comfort per cinque adulti è assicurato e ai bagagli è riservato uno spazio che può variare da 570 a 1.700 litri, valori ottimi per una station wagon.

 

 

In viaggio

Sotto al cofano, come detto, c’è un nuovissimo quattro cilindri due litri che oltre a sviluppare 190 cv di potenza massima vanta una coppia massima di 400 Nm, un valore importante perché se guardiamo con realismo al quotidiano uso di un’auto (e ai limiti di velocità) ci accorgiamo che è proprio la coppia a rendere la guida più piacevole ma sempre sportiva e rilassata. A bordo della Bmw 520d Touring si sta veramente bene, si apprezza la silenziosità del propulsore che si fa sentire raramente dopo la messa in moto, e l’auto, sulle strade extraurbane, disegna curve perfette, assecondando, e in qualche caso prevenendo, le decisioni del guidatore. In città la risposta è immediata e sicura perché ci sono dispositivi che assistono il guidatore in ogni momento. 

 

L’elettronica

La tecnologia innovativa è uno dei tre valori fondanti di un brand premium (gli altri due sono la tradizione e le performance) e la nuova Bmw Serie 5 Touring rispetta questo parametro. Oltre al segnalatore di traffico laterale e di strada con precedenza, il progresso coerente in questo campo viene documentato anche dal Lane Change Assistant e dall’assistente di mantenimento di corsia con protezione attiva anticollisione laterale, nonché dall’assistente durante le manovre di evasione collisione. I nuovi sistemi assistono il guidatore nelle manovre di sterzo e di guida in corsia, assicurando così un livello superiore sia di comfort sia di supporto in situazioni particolarmente impegnative.

 

 

Flotte e NLT

La nuova Bmw Serie 5 Touring ha tutte le carte in regola per porsi al top di una flotta aziendale. Nella versione Business complessivamente l’allestimento è ricco. Questa nuova Bmw è inoltre molto appetibile per Pmi e professionisti, e quindi per le società di noleggio a lungo termine. 

 

Guarda anche il video: BMW SERIE 5 TOURING – TEST DRIVE