BMW, ibrido ed elettrico per un futuro più “verde”

di Piero Evangelisti

Un mercato in crescita che guarda con particolare interesse allo sviluppo del segmento Business. BMW Group analizza i dati del 2017, punta con decisione anche ai mezzi ibridi e continua ad ampliare la propria gamma, come emerge dalla nostra intervista realizzata con Eraldo Russo (foto a lato), Corporate Direct e Sales Manager di BMW Italia

 

Dottor Russo, in questo periodo dell’anno è giusto partire dai consuntivi. Qual è il bilancio di BMW Italia nelle vendite business per l’anno che si è appena concluso? 

“Il mercato business, nel suo complesso, continua a dare segnali di crescita, e BMW Group, anche nel 2017 è proseguito nel suo trend di crescita”. Business comprende diverse tipologie di possesso dell’auto: dalle vendite aziendali dirette al noleggio a lungo termine fino allo small business destinato a piccole imprese e professionisti”.

 

Come si segmenta l’offerta di BMW? Come è cambiata la domanda negli ultimi anni? 

“Il mercato business si sta evolvendo e le nuove offerte dedicate anche al mondo dei privati ne sono chiara testimonianza. Oggi, l’offerta di BMW dedicata al canale business, che va dal noleggio ai prodotti finanziari, è in grado di rispondere alle più ampie esigenze di mobilità e servizio dei target di riferimento”. 

 

Partiamo dalle tipologie di vetture. BMW è in grado di offrire i suoi Sav – Sport Activity Vehicle – in tutte le taglie e la trazione integrale xDrive sull’intera gamma. Qual è la risposta della clientela business? Le auto tradizionali, berline e station wagon, sono al capolinea? 

“Il mercato, non solo quello business, ci sta dando dei segnali importanti in merito alle nuove tipologie e ai segmenti di vetture. I Suv e tutto il mondo dei crossover, rappresentano oggi la più ampia e variegata offerta sul mercato, grazie alla loro versatilità e all’ampio spettro di utilizzo. Tuttavia il segmento delle berline e delle station wagon continua a rappresentare una valida alternativa soprattutto nel canale business”. 

 

Il dieselgate, che non ha toccato la vostra marca, ha inciso comunque sulle scelte dei clienti flotte che stanno diventando sempre più scettici su questo tipo di alimentazione che rimane decisiva per quanto riguarda le emissioni. Qual è la posizione di BMW sul diesel? Può l’ibrido, che nel vostro caso è plug-in e quindi ricaricabile, essere la soluzione? 

“La motorizzazione diesel, continua ad essere molto importante, soprattutto nel canale business. Tuttavia l’interesse verso le motorizzazioni alternative (ibride ed elettriche) cresce continuamente. In questo momento, e ancora di più nel futuro, la gamma BMW è in grado di offrire un’ampia offerta di modelli ibridi, che possono rappresentare una valida alternativa alle classiche motorizzazioni termiche”. 

 

Oltre l’ibrido c’è l’elettrico, settore dove BMW può già contare su i3 e i8. Come si pongono le aziende di fronte alle oggettive difficoltà derivanti dalla mancanza di una rete di ricarica pubblica? 

“Il processo di ampliamento delle infrastrutture dedicate alla ricarica di veicoli elettrici è in continua crescita ed evoluzione, anche se ancora non in linea con l’interesse dimostrato dal mercato verso questo tipo di vetture. Tuttavia, siamo fiduciosi che nel prossimo futuro si assisterà a una costante diminuzione della distanza tra domanda e offerta di soluzioni infrastrutturali”. 

 

Tutte le auto BMW sono sempre meglio equipaggiate per quanto riguarda la guida assistita in attesa di quella autonoma. Che livello di sensibilità registrate da parte dei fleet manager e delle aziende in generale verso queste tematiche? 

“Oggi la tecnologia legata ai sistemi di guida assistita è parte integrante dell’offerta di nuovi prodotti. In quest’ottica anche il mondo business sta registrando un continuo aumento dell’interesse, soprattutto in relazione alle possibilità di miglioramento degli standard di sicurezza delle vetture in uso ai driver”. Quali novità ha in serbo BMW per l’anno che è appena iniziato? “BMW sta proseguendo nel continuo ampliamento e miglioramento della Gamma. I recenti lanci di Nuova X3, Serie 6 GT, Nuova M5, i3 Restyling e i3 s, uniti ai futuri lanci di Nuova X2 e i8 Roadster e i8 Restyling, sono la dimostrazione di questo continuo e costante processo”.