Bmw e Daimler siglano accordo per la mobilità urbana, investimenti per oltre 1 miliardo di euro

La notizia era stata diffusa in via preliminare lo scorso dicembre, ma ora è arrivato l’annuncio ufficiale. I due colossi dell’auto Bmw e Daimler hanno siglato una partnership che prevede l’investimento di oltre un miliardo di euro sul “mercato in forte crescita della mobilità urbana”. Obiettivo, quello di creare cinque joint-venture focalizzate su car sharing, ride hailing (quello per cui si prenota una vettura con autista via app), ricarica di auto elettriche ed altri servizi.

Nel dettaglio, le cinque joint-venture saranno Share Now (car sharing), Reach Now (servizi multimodali), Charge Now (servizi di ricarica), Free Now (servizi per la condivisione di taxi) e Park Now (servizi per l’individuazione ed il pagamento dei parcheggi).

“Stiamo creando un nuovo leader globale nel settore, che permetterà di cambiare le regole del gioco. Questa è una pietra miliare della nostra strategia per diventare un fornitore di servizi di mobilità” ha dichiarato l’amministratore delegato di Bmw Harald Krueger. “C’è una visione chiara: questi cinque servizi si fonderanno in modo ancora più stretto per formare un portafoglio di servizi sulla mobilità con una flotta di veicoli completamente elettrici, a guida autonoma, che interconnessi con gli altri mezzi di trasporto”.

“Anche ulteriori collaborazioni con altri fornitori, compresi startup e gruppi consolidati, sono un’opzione possibile” ha dichiarato il numero uno di Daimler Dieter Zetsche, che ha sottolineato come in futuro i due colossi dell’auto offriranno “una flotta di veicoli completamente elettrica e autoguidata che carica e parcheggia autonomamente e si collega con altri modi di trasporto”.