Barometro Arval 2016: le flotte italiane continuano a preferire il diesel

I veicoli ad alimentazione diesel sono i più diffusi nelle flotte italiane (82%) e tale tendenza sembra confermarsi anche per i prossimi anni. A rivelare questo trend è l’edizione 2016 del Barometro delle Flotte Aziendali, la ricerca di mercato del Corporate Vehicle Observatory (CVO) di Arval che, ogni anno, monitora le tendenze e anticipa le evoluzioni delle scelte di mobilità professionale in Europa e in Italia. 

Nei prossimi 5 anni, secondo la ricerca, non ci sarà un decremento dell’alimentazione diesel. Al contempo, però, continuerà anche l’utilizzo delle alimentazioni GPL e metano.

Anche le nuove alimentazioni come l’ibrido o l’ibrido plug-in iniziano a svilupparsi nelle flotte italiane, sebbene con meno convinzione rispetto agli altri Paesi europei. In Italia, infatti, il 22% dei fleet manager ha dichiarato di aver già in flotta o di avere intenzione di inserire nei prossimi tre anni almeno un veicolo ibrido e solo il13% un veicolo ibrido plug-in. 

Per quanto riguarda i veicoli elettrici, in Italia l’attenzione è ancora debole, con solo il 19% dei fleet manager che ha dichiarato di utilizzare già (o di avere l’intenzione di farlo nei prossimi tre anni) un veicolo elettrico.