Axodel e Kuantic portano le auto elettriche nella piattaforma per flotte e sharing

Axodel e Kuantic integrano i nuovi motori elettrici e ibridi nella loro tecnologia per il monitoraggio veicoli.

Kuantic, società francese produttrice delle soluzioni telematiche commercializzate da Axodel Italia, da diverso tempo sta implementando nei suoi strumenti, dispositivi e piattaforme i nuovi flussi di dati corrispondenti ai modelli di veicoli con motori elettrici e ibridi messi a disposizione dai costruttori.

Kuantic ha dato la priorità a questo progetto tecnologico, in modo che le sue soluzioni siano in grado di coprire tutti i veicoli, indipendentemente dalle scelte fatte dai gestori di flotte in termini di marchi e motori. Questo vale per dati API, piattaforme telematiche di Fleet Management, hardware per car sharing e sistemi completi di car sharing.

SUPPORTO AVANZATO

Per esempio, Kuantic ha collegato per 6 mesi una flotta di 130 diversi Veicoli PSA. I due partner hanno così assicurato non solo l’affidabilità dei flussi di dati riportati, ma hanno anche collaborato alla loro trasmissione nella piattaforma di Fleet Management telematico di Axodel e nei sistemi car sharing, per trasformarli in veri dati aziendali di decisione e funzionamento. 

Kuantic sta lavorando a nuovi schemi di presentazione dei dati in un ambiente multimodale, con veicoli multimarca termici, elettrici e ibridi plug-in. Oltre ai consueti dati telematici, i veicoli ibridi ed elettrici riportano una serie di nuovi indicatori sulla ricarica: tempo di ricarica rimanente, velocità di ricarica, autonomia, connessione a una stazione di ricarica, costo della ricarica, utilizzo di carburante per un’ibrida, media consumo di carburante durante un viaggio, ecc. Questi indicatori hanno un valore intrinseco, perché si può ad esempio calcolare un costo chilometro in base al prezzo di kilowatt/ora della ricarica dell’auto.

“Kuantic si è sempre posizionata come partner dei gestori di flotte. I nostri strumenti li aiutano a utilizzare i nuovi motori essendo guidati da metriche decisionali reali –  spiega Samuel VALS, direttore commerciale di Kuantic – La transizione ecologica diventa molto più motivante in quanto è possibile analizzare razionalmente il comportamento sui singoli tragitti e, in ultima analisi, l’impatto complessivo sul TCO e attuare le politiche di Social Corporate Responsibility in maniera efficace e oggettiva. Per esempio è possibile, tra le altre cose, abbinare il tipo di veicolo ottimale a ciascun profilo di conducente o missione”.

Leggi anche: Arrivano le flotte in smart sharing